Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Moscato di Trani

La degustazione dei vini "Moscato di Trani"

moscato di trani degustazione vini
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Moscato di Trani

Le Caratteristiche del vino Moscato di Trani

Il Moscato di Trani è prodotto nel territorio dell’omonimo comune in Puglia, a partire da uve Moscato bianco, nelle versioni dolce naturale e liquoroso. Il Moscato di Trani è un vino piacevolmente equilibrato, di grande corpo, elegante finezza e armonico. Si abbina con dolci a pasta secca o torte alla frutta, ma è anche un eccellente vino da meditazione.

Degustazione guidata del vino Moscato di Trani

Degusteremo il Moscato di Trani una mezz’ora dopo l’apertura della bottiglia, in modo da permettere l’ossigenzione del vino e l’allontanamento di eventuali note di riduzione, in calici da vino passito a stelo lungo, ad una temperatura di 10-12°C, un paio di gradi in meno per la versione liquorosa.

Moscato di Trani - La Degustazione - Esame visivo

Il Moscato di Trani ha un magnifico colore giallo dorato e notevole consistenza, visibilmente ricco di alcol e glicerina evidenti alla rotazione del vino nel calice.

 
I descrittori per l'esame visivo del Moscato di Trani:
Giallo dorato brillante Consistente

Moscato di Trani - La Degustazione - Esame olfattivo

Al naso il Moscato di Trani ha grande intensità ed eleganza, complesso, con una chiara aromaticità primaria, dovuta al caratteristico profumo dell’uva moscata. Si avvertono note mielate, con forte presenza di sentori di confettura di frutta gialla (albicocca, pesca). Note floreali di fiori gialli come acacia, tiglio, ginestra e fiori secchi, con rosa appassita in particolare, nonché piacevoli sentori di frutta tropicale, dall’ananas al mango, alla papaia, su di un sottofondo di note saline e agrumate, in un piacevole finale di mandorla.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Moscato di Trani:
ampio Aromatico Balsamico Floreale Fruttato Speziato
I Riconoscimenti olfattivi per il Moscato di Trani

Moscato di Trani - La Degustazione - Esame gustativo

Al palato il Moscato di Trani manifesta un’importante sensazione pseudocalorica, dovuta alla notevole gradazione alcolica ed una elegante dolcezza, dovuta non solo ai residui zuccherini, ma anche alla presenza di polialcoli e glicerina. La morbidezza viene attenuata da una piacevole acidità e dal sottofondo minerale, con lievi note salmastre.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Moscato di Trani:
abbastanza fresco Abbastanza caldo morbido persistente con ricordi minerali dolce

L'Abbinamento con il cibo del vino Moscato di Trani

Eccellente come aperitivo, con paté di foie gras, accompagna anche formaggi erborinati e stagionati con mostarde e confetture di frutta. Eccellente con dolci da forno e piccola pasticceria, è anche, soprattutto nella versione liquorosa, un buon vino da meditazione. E’ anche un vino che si presta all’utilizzo in cucina, ad esempio nella preparazione di risotti, per le carni bianche e cacciagione di piuma.

 

 
I tipi di portata in abbinamento per il Moscato di Trani:
Biscotti e pasticcini Come vino da meditazione Torte con noci mandorle e nocciole Formaggi erborinati
>

Argomenti correlati


  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione