il glossario della cucina di Quattrocalici

Vino da meditazione

Dessert

vini da meditazione

Cosa sono i vini da meditazione

I Vini da Meditazione possono essere grandi vini strutturati, da una parte vini passiti dolci, ampi e complessi, come un Picolit dei Colli Orientali del Friuli o un Passito di Pantelleria e dall’altra vini rossi di lungo affinamento, come un Brunello di Montalcino (almeno 5 anni in legno), un Barolo riserva (5 anni) o un Vin Santo del Chianti (8 anni). Possono anche essere vini liquorosi di lungo invecchiamento, come un Porto, uno Sherry o un Marsala.

Caratteristiche dei vini da meditazione

I Vini da Meditazione hanno qualcosa in più, sia dal punto di vista della degustazione che da quello della loro rarità, che li rende difficili da collocare all’interno di un pasto. Essi sono caratterizzati da sapori e profumi molto intensi e per essere apprezzati nelle loro molteplici sfumature richiedono tempo, quindi vanno sorseggiati con calma e assaporati lentamente. Sono vini generalmente dolci, quasi zuccherini, morbidi e vellutati, con un grado di alcolicità relativamente elevato e che quindi risultano caldi all’assaggio.

Per approfondire, leggi il nostro articolo completo: I Vini da Meditazione.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.