Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Lambrusco

La degustazione dei vini "Lambrusco"

lambrusco-degustazione


La degustazione dei vini Lambrusco

Come tipologie previste dai suoi disciplinari, il Lambrusco può essere fermo (tranquillo), frizzante o spumante. In realtà la prima tipologia è pochissimo diffusa. A livello di contenuto in zuccheri, i Lambruschi possono essere sia secchi che amabili o dolci, possono essere rossi o rosati. La spumantizzazione avviene in genere con il metodo Charmat, anche se esiste qualche sparuto esempio di vinificazione con metodo classico. In tutte le tipologie è un vino leggero, da bersi giovane e da abbinarsi con piatti tradizionali e in genere poco impegnativi.

Le Caratteristiche del vino Lambrusco

Il Lambrusco secco, nelle versioni sia spumantizzate che frizzanti, è un vino adatto ad accompagnare piatti a base di salumi o i caratteristici primi piatti della cucina Emiliana. Il Lambrusco nelle versioni dolci, sia rosso che rosato, è un eccellente vino da dessert, brioso e profumato. I Lambruschi sono tutti vini leggeri e poco impegnativi e nelle sue varie tipologie è in grado di coprire una vasta gamma di abbinamenti.

Colorerosso
Tipo vinofrizzante, spumante
Strutturaleggero
Qualitàfine
Temperatura di servizio6-8°C
Bicchierebicchiere da vino rosso classico

La degustazione del vino Lambrusco

Il Lambrusco si presenta come vino frizzante o spumante. Useremo calici di media dimensione con luce abbastanza ampia per permettere la diffusione dei profumi, limitando l’uso della flûte ai soli spumanti dolci eventualmente abbinati a dessert. La temperatura di degustazione ideale varia dai 6 agli 8°C.

La Degustazione - Esame visivo

Il Lambrusco si presenta solitamente di un bel colore rosso rubino con intense sfumature violacee, o rosa da cerasuolo a chiaretto per i rosati. La spuma è fine, spesso di colore roseo nei rossi, evanescente per i frizzanti, più persistente per le versioni spumantizzate. La consistenza è per solito media, trattandosi di un vino con modesto contenuto alcolico e di estratti.

 
limpido Rosso rubino con riflessi violacei Fini evanescenti numerose

La Degustazione - Esame olfattivo

Dal punto di vista olfattivo, il Lambrusco si presenta più intenso che complesso, cionondimeno sono possibili svariati riconoscimenti, dalla fragrante vinosità al fruttato di lampone, mora e ciliegia, al floreale di rosa rossa, a vari toni di speziatura, pepe nero e chiodi di garofano.

 
intenso abbastanza complesso Floreale Fruttato Speziato vinoso
Riconoscimenti olfattivi

La Degustazione - Esame gustativo

Al palato il Lambrusco si presenta fresco e sapido, di medio corpo. Il contenuto alcolico è solitamente modesto o comunque non elevato, la trama tannica è presente ma mai invadente. Le versioni secche tendono ad accentuare tannino e sapidità in combinazione con l’effetto dell’effervescenza e delle basse temperature di servizio. Le versioni amabili e dolci risultano essere più armoniche e di migliore bevibilità anche senza pietanze in accompagnamento. La persistenza, solitamente buona, propone ricordi delle stesse note fruttate e speziate  percepite al naso.

 
fresco Tannini abbastanza morbidi giovani Tannini di trama poco accentuata

L'Abbinamento con il cibo del vino Lambrusco

La freschezza gustativa, il tannino e l’effervescenza che caratterizzano il Lambrusco lo rendono adatto all’abbinamento con piatti di buona succulenza e tendenzialmente grassi. Imperdibile l’accompagnamento ai fumanti piatti della tradizione Emiliano-Romagnola come il cotechino, lo zampone alle lenticchie, i lessi ed i numerosi salumi di questa regione.

 
Antipasti con salumi Torte e crostate alla frutta Primi piatti a base di carne Piatti di pasta a base di carne Piatti di pasta con salumi Zuppe e minestre in brodo Formaggi freschi Secondi piatti con funghi Portate a base di carne arrosto o alla griglia
>

Argomenti correlati


  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino