Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Lambrusco

La degustazione dei vini "Lambrusco"

lambrusco-degustazione

Come tipologie previste dai suoi disciplinari, il Lambrusco può essere fermo (tranquillo), frizzante o spumante. In realtà la prima tipologia è pochissimo diffusa. A livello di contenuto in zuccheri, i Lambruschi possono essere sia secchi che amabili o dolci, possono essere rossi o rosati. La spumantizzazione avviene in genere con il metodo Charmat, anche se esiste qualche sparuto esempio di vinificazione con metodo classico. In tutte le tipologie è un vino leggero, da bersi giovane e da abbinarsi con piatti tradizionali e in genere poco impegnativi.

Le Caratteristiche del vino Lambrusco

Il Lambrusco secco, nelle versioni sia spumantizzate che frizzanti, è un vino adatto ad accompagnare piatti a base di salumi o i caratteristici primi piatti della cucina Emiliana. Il Lambrusco nelle versioni dolci, sia rosso che rosato, è un eccellente vino da dessert, brioso e profumato. I Lambruschi sono tutti vini leggeri e poco impegnativi e nelle sue varie tipologie è in grado di coprire una vasta gamma di abbinamenti.

Colorerosso
Tipo vinofrizzante, spumante
Strutturaleggero
Qualitàfine
Temperatura di servizio6-8°C
Bicchierebicchiere da vino rosso classico

La degustazione del vino Lambrusco

Il Lambrusco si presenta come vino frizzante o spumante. Useremo calici di media dimensione con luce abbastanza ampia per permettere la diffusione dei profumi, limitando l’uso della flûte ai soli spumanti dolci eventualmente abbinati a dessert. La temperatura di degustazione ideale varia dai 6 agli 8°C.

Esame visivo

Il Lambrusco si presenta solitamente di un bel colore rosso rubino con intense sfumature violacee, o rosa da cerasuolo a chiaretto per i rosati. La spuma è fine, spesso di colore roseo nei rossi, evanescente per i frizzanti, più persistente per le versioni spumantizzate. La consistenza è per solito media, trattandosi di un vino con modesto contenuto alcolico e di estratti.

 
limpido Rosso rubino con riflessi violacei Fini evanescenti numerose

Esame olfattivo

Dal punto di vista olfattivo, il Lambrusco si presenta più intenso che complesso, cionondimeno sono possibili svariati riconoscimenti, dalla fragrante vinosità al fruttato di lampone, mora e ciliegia, al floreale di rosa rossa, a vari toni di speziatura, pepe nero e chiodi di garofano.

 
intenso abbastanza complesso Floreale Fruttato Speziato vinoso
Riconoscimenti olfattivi

Esame gustativo

Al palato il Lambrusco si presenta fresco e sapido, di medio corpo. Il contenuto alcolico è solitamente modesto o comunque non elevato, la trama tannica è presente ma mai invadente. Le versioni secche tendono ad accentuare tannino e sapidità in combinazione con l’effetto dell’effervescenza e delle basse temperature di servizio. Le versioni amabili e dolci risultano essere più armoniche e di migliore bevibilità anche senza pietanze in accompagnamento. La persistenza, solitamente buona, propone ricordi delle stesse note fruttate e speziate  percepite al naso.

 
fresco Tannini abbastanza morbidi giovani Tannini di trama poco accentuata

Abbinare il vino Lambrusco

La freschezza gustativa, il tannino e l’effervescenza che caratterizzano il Lambrusco lo rendono adatto all’abbinamento con piatti di buona succulenza e tendenzialmente grassi. Imperdibile l’accompagnamento ai fumanti piatti della tradizione Emiliano-Romagnola come il cotechino, lo zampone alle lenticchie, i lessi ed i numerosi salumi di questa regione.

 
Antipasti con salumi Torte e crostate alla frutta Primi piatti a base di carne Piatti di pasta a base di carne Piatti di pasta con salumi Zuppe e minestre in brodo Formaggi freschi Secondi piatti con funghi Portate a base di carne arrosto o alla griglia
>

Argomenti correlati


  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino

  • Il Blog di Quattrocalici

    lieviti indigeni e lieviti selezionati

    Lieviti indigeni o autoctoni e lieviti selezionati

    lieviti indigeni e lieviti selezionati Il ruolo dei lieviti nella fermentazione alcolica del mosto La fermentazione alcolica è la trasformazione...