Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Barbaresco

La degustazione dei vini "Barbaresco"

barbaresco-degustazione
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Barbaresco

La degustazione del Barbaresco. Il Barbaresco è una delle espressioni più famose e quotate del Nebbiolo. Questo vino viene prodotto in una piccola zona collocata all’estremità nord ovest del triangolo del Nebbiolo piemontese, nei tre comuni che la contraddistinguono: Barbaresco, Trieso e Neive. Come nel caso del Barolo, anche per il Barbaresco è stato fatto un lavoro di mappatura dei migliori cru (in piemontese sono chiamati sorì, che significa “esposto al sole”).  Le cosiddette “menzioni geografiche aggiuntive” del disciplinare si presentano come vigneti di particolare pregio che hanno dimostrato di saper dare dei vini eccezionali. Alcuni tra i sorì più famosi sono Rabajà, Asili, Martinenga, Sorì Tildin, Sorì San Lorenzo, Costa Russi, Pajorè e Roncagliette. Rispetto al Barolo, le vigne si trovano ad una altitudine più bassa e la temperatura media leggermente più alta anticipa la maturazione zuccherina, per cui le uve del Barbaresco hanno meno tempo a disposizione per sviluppare la maturazione polifenolica. La minore concentrazione dei mosti consente un periodo di maturazione più breve per i vini. Comunque, il Barbaresco deve affinare per 24 mesi, di cui almeno 12 in botti di rovere. Il Barbaresco riserva deve affinare per 48 mesi.

Le Caratteristiche del vino Barbaresco

Il Barbaresco è un grande vino, di struttura importante e in molti casi arriva a presentarsi dopo un lungo affinamento. Ci aspettiamo allora un colore caratteristico di un vino maturo, note olfattive ampie e complesse, una struttura che confermi le sensazioni visive e olfattive, una persistenza lunga e costante. La finezza e l’armonia ai massimi livelli completano il quadro degustativo. Nel Barbaresco la carica polifenolica è massiccia, ed anche se la sua struttura non arriva ai livelli di quella del Barolo, i profumi che regala sono altrettanto unici ed affascinanti.

 

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàarmonico, eccellente
Temperatura di servizio18-20°C
Bicchierebicchiere da vino rosso strutturato

Degustazione guidata del vino Barbaresco

Per la degustazione è consigliabile l’apertura della bottiglia di Barbaresco almeno un’ora prima, fino anche a diverse ore in caso di un vino di lungo affinamento o che abbia trascorso un lungo periodo in cantina. In quest’ultimo caso si consiglia di verticalizzare la bottiglia almeno un giorno prima della degustazione. Utilizzate sempre un calice di grandi dimensioni e a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. La Temperatura di degustazione ideale è di 18-20°C.

degustazione barbaresco servizio

Barbaresco - La Degustazione - Esame visivo

Il Barbaresco è un vino rosso austero, dal colore rosso rubino quando giovane, ma che tende al granato con l’invecchiamento. Il Barbaresco si riconosce per la sua trasparenza e la limpidezza cristallina, caratteristica del vitigno col quale si produce, il Nebbiolo, che dà sempre ai vini colorazioni piuttosto scariche.

degustazione barbaresco visivo

I descrittori per l'esame visivo del vino Barbaresco:

Rosso granato Rosso granato con riflessi aranciati Consistente

Barbaresco - La Degustazione - Esame olfattivo

Il profilo olfattivo del Barbaresco è ampio e complesso, caratterizzato dalla grandissima eleganza, con una finezza di aromi e un fascino etereo e terroso che rendono il Nebbiolo uno dei vitigni più amati al mondo. Nelle migliori espressioni ci aspettiamo un vino floreale, con note di rosa e viola ma anche fruttato. Il Barbaresco non è un vino muscoloso. Le note fruttate sanno di frutta sotto spirito, lamponi, con note di fragoline di bosco e confettura di ciliegia. Non è nemmeno un vino opulento e avvolgente e seduce proprio con il suo sottofondo di fine mineralità. Con gli anni sviluppa profumi terziari che sanno di tartufo, di foglie, di radici e catrame.

degustazione barbaresco olfattivo

I descrittori per l'esame olfattivo del vino Barbaresco:

complesso intenso Floreale Fruttato Minerale Speziato

I Riconoscimenti olfattivi per il vino Barbaresco

Barbaresco - La Degustazione - Esame gustativo

Il Barbaresco si presenta al palato con calore, tannino spesso marcato come segnale di gioventù, note di sapidità ed acidità. L’estratto e la carica polifenolica sono quelle di un vino consistente e si traducono in una profondità aromatica che prelude ad una lunghissima persistenza. I tannini vigorosi al palato richiamano sapori di rabarbaro, liquirizia, china ed erbe alpine, che in molti casi fanno da contraltare alle sensazioni retrolfattive sempre presenti, che chiudono in un finale di delicata persistenza.

degustazione barbaresco gustativo

I descrittori per l'esame gustativo del vino Barbaresco:

Rosso granato Rosso granato con riflessi aranciati Consistente

L'Abbinamento con il cibo del vino Barbaresco

Il Barbaresco dà il suo massimo con piatti di selvaggina, come lo stufato di capriolo, le quaglie arrosto o in tegame, la faraona arrosto. Più importante è il vino, più sarà in grado di reggere sapori e sensazioni decise e marcate. Per tradizione, il Barbaresco è ideale con i piatti a base di tartufo. E’ anche un grande vino da meditazione.

degustazione barbaresco abbinamenti

I tipi di portata in abbinamento per il vino Barbaresco:

Primi piatti con tartufo Secondi piatti con tartufo Portate a base di selvaggina



I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino