Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Nobile di Montepulciano

Note degustative per i vini "Nobile di Montepulciano"

Le caratteristiche del Nobile di Montepulciano sono quelle tipiche del Sangiovese, suo vitigno di base. L'intensa colorazione, la complessità dei profumi con note olfattive fruttate rese più complesse dai lunghi periodi di affinamento, che aggiungono sensazioni terziarie di vaniglia, liquirizia e tabacco. La tradizionale tannicità  del Sangiovese e la nota di freschezza residua sempre gradita viene ingentilita dalla morbidezza indotta dall'affinamento e dalla struttura decisamente piena di questo vino.

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàarmonico, elegante, fine
Temperatura di servizio18-20°C
Bicchierebicchiere da vino rosso strutturato

Caratteristiche vino

Le caratteristiche del Nobile di Montepulciano sono quelle tipiche del Sangiovese, suo vitigno di base. L'intensa colorazione, la complessità dei profumi con note olfattive fruttate rese più complesse dai lunghi periodi di affinamento, che aggiungono sensazioni terziarie di vaniglia, liquirizia e tabacco. La tradizionale tannicità  del Sangiovese e la nota di freschezza residua sempre gradita viene ingentilita dalla morbidezza indotta dall'affinamento e dalla struttura decisamente piena di questo vino.

Conduzione della degustazione

E' consigliabile l'apertura della bottiglia almeno un'ora prima della degustazione, fino a diverse ore in caso di un Nobile di Montepulciano di più lungo affinamento o che abbia trascorso un lungo periodo in cantina.  Utilizzare un calice di dimensioni medio-grandi, baloon o a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. Temperatura di degustazione, 16-18°C a seconda della tipologia degustata.

Esame visivo

Il Sangiovese, e quindi anche il Prugnolo Gentile, ha capacità colorante che può essere definita “media”, quindi anche il Nobile di Montepulciano presenta una colorazione leggermente trasparente, tendente ad una maggiore opacità ed intensità qualora il produttore abbia optato per rese nei vigneti piuttostro basse. Il colore rosso rubino intenso e brillante, caratteristico dei vini da Sangiovese in gioventù, a causa del lungo affinamento cui il Nobile di Montepulciano è spesso sottoposto tende ad assumere una tonalità granata intensa ed in alcuni casi evidenti sfumature aranciate. La consistenza è generalmente buona, come si addice ai vini di grande complessità e struttura.
 
Rosso rubino brillante intenso trasparente Consistente

Esame olfattivo

Il Vino Nobile di Montepulciano presenta un profilo olfattivo piuttosto complesso e interessante. Questa qualità viene ulteriormente esaltata dai lunghi tempi di maturazione previsti dal disciplinare di produzione e che conferiscono al vino caratteristici aromi terziari. Nonostante ciò, nel Nobile di Montepulciano si percepiscono anche le note più tipiche del Sangiovese, appartenenti al mondo dei fiori e della frutta. Prugna ed amarena sono le principali note fruttate evidenti all'apertura, seguite spesso da mirtillo, lampone e mora. Presenti anche sensazioni floreali come violetta e talvolta anche la rosa. Le note speziate terziarie presenti nel Nobile di Montepulciano abbracciano la vaniglia, cannella, liquirizia, noce moscata, tabacco, pepe nero e pepe rosa, accompagnate da sensazioni balsamiche di mentolo ed eucalipto.
 
complesso floreale fruttato speziato
Riconoscimenti olfattivi

Esame gustativo

Il Nobile di Montepulciano presenta al palato un'apprezzabile spalla acida ed una struttura importante merito anche della maturazione in botte o barrique. La freschezza di apertura e l'astringenza dei tannini si contrappongono alla morbidezza conferita dall'affinamento e dal calore alcolico. Buona quasi sempre la persistenza, che regala ricordi fruttati e spesso nelle versioni più affinate anche balsamici.
 
Caldo Tannini marcati evoluti di trama fitta

Abbinamento cibo-vino

Gli abbinamenti ideali per il Nobile di Montepulciano sono i piatti della tradizione Toscana, tutte le carni rosse alla griglia o al forno, selvaggina e formaggi stagionati per le versioni più complesse e strutturate.
 
Portate a base di carne arrosto o alla griglia Portate a base di carne in umido o in tegame Portate a base di selvaggina

Argomenti correlati

  •  
  • Contatti professionali

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social