Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Grignolino

Note degustative per i vini "Grignolino"

“Il Grignolino è il più rosso dei vini bianchi ed il più bianco dei vini rossi” sembra abbia detto il Veronelli. Siamo in presenza di un rosso di colorazione piuttosto scarica, ma mai così chiara da ricordare un rosato. Per certi aspetti potrebbe ricordare il Pinot nero. Non è un vino per chi cerca struttura, alcolicità e colore, ma piuttosto un'interessante prodotto che ben si identifica col territorio di origine, ed una sfida per il produttore e l'enologo, che hanno di che cimentarsi per interpretarne le potenzialità.

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàarmonico, fine
Temperatura di servizio14-16°C
Bicchierebicchiere da vino rosso classico

Caratteristiche vino

“Il Grignolino è il più rosso dei vini bianchi ed il più bianco dei vini rossi” sembra abbia detto il Veronelli. Siamo in presenza di un rosso di colorazione piuttosto scarica, ma mai così chiara da ricordare un rosato. Per certi aspetti potrebbe ricordare il Pinot nero. Non è un vino per chi cerca struttura, alcolicità e colore, ma piuttosto un'interessante prodotto che ben si identifica col territorio di origine, ed una sfida per il produttore e l'enologo, che hanno di che cimentarsi per interpretarne le potenzialità.

Conduzione della degustazione

Per il Grignolino è consigliabile l'apertura della bottiglia circa un'ora prima della degustazione. Utilizzare un calice di dimensioni medio-grandi, baloon o a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. Come temperatura di degustazione consigliamo circa 14-16°C.

Esame visivo

Come già accennato, il Grignolino è di colore rosso rubino piuttosto scarico, limpido e di media consitenza.
 
Rosso rubino Abbastanza consistente limpido

Esame olfattivo

Al naso il Grignolino non stupisce per l'intensità dei suoi profumi, per cui occorre concentrazione, calma ed attenzione. Inizialmente prevarranno note fruttate di mora e lampone, seguite da sensazioni floreali di rosa canina e speziate di salvia. Un sottofondo lievemente ammandorlato aiuta ad armonizzare i profumi e contribuisce alla complessità olfattiva.
 
abbastanza complesso floreale fruttato speziato abbastanza intenso
Riconoscimenti olfattivi

Esame gustativo

Al palato il Grignolino è di buona freschezza e media tannicità che a volte sorprende vista la chiarezza del colore. E' un vino abbastanza strutturato e di buona persistenza, con ricordi ammandorlati.
 
Abbastanza caldo Equilibrato abbastanza tannico Tannini marcati di trama abbastanza fitta

Abbinamento cibo-vino

Viste le premesse, il Grignolino può considerarsi un autentico food wine, ossia un vino molto versatile negli abbinamenti. Si sposa bene con antipasti a base di salumi, minestre asciutte e minestroni, omelettes. carni bianche anche al forno. E' uno di quei rossi che invoglia ad azzardare abbinamenti con piatti di pesce. Scegliermo in questo caso pietanze saporite, come sarde o acciughe fritte. 
 
Antipasti con salumi Primi piatti con funghi Zuppe e minestre di verdura Zuppe e minestre in brodo Frittate e omelettes Portate a base di carni bianche Secondi piatti con funghi

Argomenti correlati

  •  
  • Contatti professionali

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social