Contenuto dell'articolo

Conoscere il Vino
Indice dei contenuti

Il corso sul vino di Quattrocalici

Albert Seibel

Agronomo (1844-1936). Ha realizzato incroci ibridi di uve da vino europee con uve autoctone del Nord America. I suoi incroci sono conosciuti come uva Seibel.

albert seibel

Albert Seibel nacque nel 1844 a Pont-d’Aubenas, presso Aubenas, nell’Ardèche, da genitori tedeschi. Il padre era un bottaio e un mastro birraio e Albert era il più giovane di quattro fratelli. Studiò ingegneria agraria e, nel 1895, fondò una scuola per insegnare metodi di innesto. Nel 1860 il flagello della fillossera ridusse la produzione vinicola europea di oltre i due terzi. Dal momento che il parassita ebbe origine nel Nuovo Mondo, l’incrocio tra lo varietà americane e europee (Vitis vinifera) fu uno dei promettenti tentativi di contenere il disastro. Le viti prodotte da questa ibridazione non producevano necessariamente vini migliori, ma producevano ceppi di vite che potevano sopravvivere meglio agli attacchi di fillossera. Seibel produsse oltre 16.000 nuovi ibridi, con quasi 500 varietà che furono poi coltivate commercialmente. Alcune delle uve Seibel più famose sono Aurore (Seibel 5279), Cancelliere (Seibel 7053), Chelois (Seibel 10878), De Chaunac (Seibel 9549).Morì il 5 febbraio 1936, nella sua città di Aubenas. Le sue uve furono ampiamente piantate in Francia e Brasile, ma oggigiorno,  tranne in Canada e Stati Uniti, l’uva Seibel non viene quasi più utilizzata nella vinificazione, in parte a causa delle restrizioni perviste dal diritto europeo, per il quale si può chiamare vino solamente il prodotto della fermentazione di mosti provenienti dalla pigiatura di frutti della vitis vinifera.

Marcello Leder
Marcello Leder

Laureato in Chimica, Sommelier AIS. Si interessa di biochimica ed enologia, di enografia e storia del vino e della vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale e di tutti i suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.