Nebbiolo - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno nebbiolo

Il vitigno Nebbiolo

Il vitigno Nebbiolo è l'autoctono piemontese per antonomasia. Il suo nome potrebbe derivare da "nebbia", secondo alcuni perchè gli acini sono ricoperti da abbondante pruina mentre per altri per il fatto che è un'uva che viene vendemmiata in ottobre avanzato, quando i vigneti sono avvolti dalle nebbie mattutine. E' sicuramente il vitigno a bacca nera più pregiato e difficile tra gli italiani. Il Nebbiolo trova l'eccellenza della sua produzione nelle zone intorno a Barolo e Barbaresco (Piemonte) e in Valtellina (Lombardia), al di fuori dalle quali non ha più quello spessore, quella forza e quella "nobiltà" che lo rendono unico al mondo. Sono stati identificati tre cloni principali del vitigno Nebbiolo, il Lampia, il Michet e il Rosé. Il Michet dà basse rese ed esprime aromi e gusto particolarmente intensi, mentre il Rosé produce vini dal colore molto scarico e sta via via scomparendo. La maggior parte dei vignaioli preferisce comunque lavorare su una miscela delle tre uve, proprio per dare al prodotto finale una maggior complessità. Il Nebbiolo è molto usato anche in Valle d'Aosta, dove è chiamato Picoutener, mentre nelle aree piemontesi di Boca, Bramaterra, Fara, Gattinara, Ghemme, Lessona e Sizzano è chiamato Spanna. In Valtellina prende il nome di Chiavennasca. E' sporadicamente presente anche i altre regioni italiane, ma con produzioni di poca importanza. Fuori dell'Italia se ne trova in quantità limitata in Sud America, dove le alte rese ne penalizzano fortemente la qualità, mentre in California si è ottenuto qualche risultato interessante.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Osservazione regioni Anno ins. Gruppi
Nebbiolo N. 160 Chiavennasca, Spanna, Prunent* Abruzzo, Lombardia Piemonte, Sardegna, Valle d'Aosta Basilicata 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Nebbiolo

Colore Bacca: Nera  Regione: Piemonte

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Nebbiolo ha foglia di media grandezza, pentagonale-orbicolare, trilobata, di colore verde bottiglia opaco. Il suo grappolo è medio-grande, piramidale allungato, alato, piuttosto compatto. L'acino è medio, rotondo-ellissoidale, buccia sottile ma resistente, di colore violaceo scuro, molto pruinosa.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Nebbiolo è molto esigente in termini di terreni ed esposizioni, che deveono essere buone, con notevole luminosità e terreni non troppo asciutti.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Nebbiolo ha vigoria medio-alta ed epoca di maturazione tardiva.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Nebbiolo dà un vino rosso granato non molto carico, con riflessi aranciati o talvolta rubino con riflessi granati. Aromi molto fini e armonici, con note di viola e note balsamiche di liquirizia. Ha un discreto contenuto in tannini, e buona gradazione alcolica e di acidità, qualità che lo rendono particolarmente predisposto all'invecchiamento.