La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Garganega

    Il vitigno Garganega è la varietà a bacca bianca più importante delle province di Verona e Vicenza, e domina le colline delle DOC Soave e Gambellara. La Garganega non ha una sua spiccata aromaticità, ma un patrimonio di profumi tra cui spiccano la mandorla e i fiori bianchi. Non è caratterizzata da una acidità preponderante ma piuttosto da un equilibrio di estratti e zuccheri. Alcune testimonianze fanno appartenere la Garganega alla famiglia dei Trebbiani,  e quindi di origine etrusca, altri ritengono che sia piuttosto derivante dal gruppo dei Greci, anche se le sue caratteristiche ampelografiche sono diverse. La Garganega presenta somiglianze con altri vitigni come il sardo Nuragus, il veneto Glera e il più meridionale Grecanico. Il vitigno Garganega è presente con diversi cloni fondamentali della Garganega, quali la Garganega Tipica (più diffusa), la Garganega Dario o Grossa (più diffusa nelle zone pianeggianti), la Garganega Verde (più diffusa nelle zone collinari vicino a Soave) e la Garganega Agostega (più precoce e sensibile alle malattie, oggi quasi totalmente abbandonata).

    D’Oro

    Informazioni generali sul vitigno Garganega

      Il vitigno Garganega è uno dei  Vitigni locali a Bacca bianca della regione Veneto, registrato ufficialmente dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a .
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni locali
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato provinceBari, Brindisi, Foggia, Lecce, Padova, Taranto, Trieste
      Autorizzato regioniAbruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lombardia, Molise, Sardegna, Umbria

      Garganega - Ampelografia

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elemanti. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Garganega sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Garganega ha Foglia media, Pentagonale, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Garganega ha Grappolo mediamente compatto, Spargolo, Grappolo lungo, Grappolo cilindrico. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Garganega ha acini dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia spessa e di colore verde-gialla.

      Garganega - Caratteristiche vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Garganega sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Garganega è di colore Giallo paglierino. Al palato è Fruttato, Floreale, fresco, sapido, .

      Garganega - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Garganega le caratteristiche principali sono:

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione