Negro Amaro - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno negroamaro

Il vitigno Negro Amaro (Negroamaro)

Il vitigno Negro Amaro ha origini incerte, è stato probabilmente introdotto dai greci nella zona Ionica. Il suo nome deriva dal termine dialettale "niuru maru", per il caratteristico colore nero dell'acino e il sapore ticamente amarognolo del vino che se ne ricava. E' molto diffuso in Puglia, in particolare nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto.  E' la sesta uva a bacca nera per quantità coltivata in Italia. Per molti anni è stata considerata un'uva da taglio e da esportazione e il suo utilizzo come vitigno principale di blend locali si è avuta solo recentemente, anche grazie alla produzione di vini rosati.Si adatta bene all'uvaggio con quantità minori di uve locali, quali Malvasia nera di Brindisi e di Lecce, Sangiovese e Montepulciano, per produrre rossi eleganti e di grande corpo o eleganti vini rosati.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Osservazione regioni Anno ins. Gruppi
Negro Amaro N. 163 Negroamaro, Nero Amaro Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto Basilicata, Molise 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Negro Amaro

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Negro Amaro aa foglia grande, pentagonale, quinquelobata o trilobata. Il suo grappolo è medio, di forma tronco-conica, corto e serrato, raramente con un'ala. L'acino è medio-grande, obovoide, con buccia pruinosa, spessa e consistente, di colore nero-violaceo.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Negro Amaro viene allevato prevalentemente ad alberello e a tendone, con potatura lunga o corta.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Negro Amaro ha produzione abbondante e costante, predilige terreni calcareo-argillosi, ma si adatta bene anche ad altri tipi di terreni e a climi caldi e aridi.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Negro Amaro dà un vino di un colore rosso–granato intenso, di profumo vinoso e fruttato, con riconoscimenti di piccoli frutti a bacca nera e talvolta sentori di tabacco. Al gusto è pieno, amarognolo e rotondo