L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Nardò DOC



La Denominazione Nardò DOC

La denominazione Nardò DOC comprende tipologie di vini rossi e rosati prodotti con uve provenienti dai vigneti della piccola città di Nardò, a pochi chilometri nell’entroterra dal Golfo di Taranto, sulla Penisola Salentina. La costa è di particolare importanza per la viticoltura e la vinificazione, in quanto stabilisce il limite occidentale della denominazione e porta quelle brezze pomeridiane rinfrescanti necessarie per mitigare le alte temperature. Il bacino idrografico forma un rettangolo piegato, leggermente più ampio a sud intorno alla città di Nardò e che si restringe ulteriormente a nord dove confina con la denominazione Salice Salentino DOC e Leverano DOC. Piatta, calda e cosparsa di vigneti e uliveti, questa è la tipica campagna pugliese. La Puglia produce quasi il 50% dell’olio d’oliva italiano, oltre a essere nota per le sua grandi produzioni di vini da taglio. Anche in questa zona, fino alla fine del XX secolo i viticoltori di Nardò hanno fatto poco per allontanarsi di dosso questa reputazione. Storicamente, gli alte rese per ettaro dei vigneti e i vini piatti  che ne risultavano hanno contribuito poco alla fama dell’enologia della regione. Oggi vi sono però innegabili segnali di cambiamento. Infatti la regione sta vedendo un sempre crescente numero di produttori di vino privilegiare la qualità rispetto alla quantità.Il mercato mondiale richiede oggi vini ben fatti e di denominazione di origine controllata. I vini da tavola prodotti in quantità massive hanno ridotto gradualmente la loro presenza, cedendo il posto a vini di produzioni più selezionate e qualitativamente migliori. I vini della Nardò DOC sono prodotti principalmente da uve del vitigno Negro Amaro, spesso in uvaggio con la Malvasia Nera, per ammorbidire la nota rusticità del Negroamaro. Gli altri vitigni locali presenti nella Puglia meridionale (Sangiovese, Montepulciano e Primitivo) non rientrano nella composizione ampelografica nei vini Nardò DOC.

I Dettagli della denominazione Nardò DOC

Creata nel1987
RegionePuglia
ProvincieLecce
Tipo di denominazioneDOC
MerceologiaVino

Il disciplinare della denominazione Nardò DOC

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Nardò DOC, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare

I Vitigni della denominazione Nardò DOC

Nella tabella riportiamo i vitigni che rientrano nella composizione ampelografica delle tipologie di vino della denominazione Nardò DOC. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole varità della Guida ai Vitigni d'Italia di Quattrocalici.

Le Tipologie vini della denominazione Nardò DOC

I disciplinari delle denominazioni di origine dei vini prevedono una o più "Tipologie di vino" coperte nell'ambito della stessa denominazione. La tabella riporta tutte le tipologie previste dalla denominazione Nardò DOC, ottenute vinificando le uve dei vitigni autorizzati nell'ambito della stessa denominazione. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole tipologie di vino, nelle quali si possono trovare tutti i dettagli relativi ai procedimenti di vinificazione e alle caratteristiche organolettiche dei vini.

I produttori nel territorio della denominazione Nardò DOC

Nella tabella riportiamo l'elenco dei produttori di vino la cui cantina si trova all'interno del territorio di pertinenza della denominazione Nardò DOC. Per consultare l'elenco dei vini di ciascun produttore, seguire il link che porta alla pagina ad esso dedicata nella Guida Vini di Quattrocalici

Argomenti correlati

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino

  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione