L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Rosso di Cerignola DOC


La Denominazione Rosso di Cerignola DOC

La denominazione Rosso di Cerignola DOC è una zona vinicola della Puglia introdotta nel giugno 1974, tre anni prima del Rosso Barletta DOC, la cui zona di coltivazione si trova immediatamente più ad est. I vini prodotti in queste DOC vicine hanno molto in comune, entrambi basati sul vitigno a bacca nera locale Uva di Troia. Troia qui non sta ad indicare la leggenda omerica, ma una città circa 65 km più ad ovest. Nei vini Rosso di Cerignola DOC, questo vitigno classico locale è accompagnato da un altro vitigno del sud della Puglia, il Negroamaro, nonché dal Sangiovese e dal Montepulciano, vitigni conosciuti per il loro ruolo nei vini dell’Italia centrale. Di particolare nota è che anche il Malbec (o ‘Malbek‘), che può rientrare anch’esso nella miscela. Cerignola, da cui proviene il nome del DOC è una cittadina situata 20 km nell’entroterra della costa adriatica. Fin dai tempi pre-romani, Cerignola era un importante scalo commerciale per i Fenici, così come Trani. Il paesaggio qui è dominato in maniera preponderante dagli uliveti. Infatti la Puglia genera quasi la metà dell’olio d’oliva italiano e questa zona ha certamente il suo peso. Anche se i vigneti stanno prendendo sempre più piede, la loro presenza è ancora mascherata dall’estensione degli ulivi. Il paesaggio è quello classico Pugliese, caldo, piatto e secco. Solo più vicino alla costa si ha un po’ di tregua dal sole dell’Italia meridionale. Le immagini satellitari dell’area vitivinicola della Rosso di Cerignola DOC mostrano una vasta area di terreni più chiari nel triangolo rettangolo formato da Barletta, Canosa e Cerignola. Questi terreni riflettono la luce del sole direttamente sulle viti, migliorando la velocità di maturazione dell’uva. I terreni di Cerignola potrebbero essere paragonati a quelli intorno a Jerez, nel sud della Spagna, la cui capacità di riflettere la luce è una componente essenziale del terroir.

Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

I Dettagli della denominazione Rosso di Cerignola DOC

Creata nel1974
RegionePuglia
ProvincieFoggia
Tipo di denominazioneDOC
MerceologiaVino

Il disciplinare della denominazione Rosso di Cerignola DOC

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Rosso di Cerignola DOC, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare

I Vitigni della denominazione Rosso di Cerignola DOC

Nella tabella riportiamo i vitigni che rientrano nella composizione ampelografica delle tipologie di vino della denominazione Rosso di Cerignola DOC. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole varità della Guida ai Vitigni d'Italia di Quattrocalici.

Le Tipologie vini della denominazione Rosso di Cerignola DOC

I disciplinari delle denominazioni di origine dei vini prevedono una o più "Tipologie di vino" coperte nell'ambito della stessa denominazione. La tabella riporta tutte le tipologie previste dalla denominazione Rosso di Cerignola DOC, ottenute vinificando le uve dei vitigni autorizzati nell'ambito della stessa denominazione. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole tipologie di vino, nelle quali si possono trovare tutti i dettagli relativi ai procedimenti di vinificazione e alle caratteristiche organolettiche dei vini.

I produttori nel territorio della denominazione Rosso di Cerignola DOC

Nella tabella riportiamo l'elenco dei produttori di vino la cui cantina si trova all'interno del territorio di pertinenza della denominazione Rosso di Cerignola DOC. Per consultare l'elenco dei vini di ciascun produttore, seguire il link che porta alla pagina ad esso dedicata nella Guida Vini di Quattrocalici

Argomenti correlati

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino

  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione