Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Orange Wines

La degustazione dei vini "Orange Wines"



La degustazione dei vini Orange Wines

Gli “Orange Wines” sono vini prodotti da uve a bacca bianca ma vinificati come se fossero dei rossi, ossia lasciando macerare anche per tempi molto prolungati i mosti assieme alle bucce e i lieviti,  che si depositano sul fondo e cedono lentamente sostanze di diversa natura al vino. Questo risulta quindi arricchito in tannini, polifenoli e sostanze aromatiche e proteiche complesse, che conferiscono al vino sensazioni visive, olfattive e tattili che lo distinguono sia dai bianchi che dai rossi.

Per saperne di più, leggi il nostro articolo sugli Orange Wines.

Le Caratteristiche del vino Orange Wines

Gli Orange Wines sono vini molto particolari e le loro caratteristiche organolettiche dipendono da una serie di fattori, tra i quali il vitigno di origine, la durata della macerazione (tempo di contatto), il tipo e la durata dell’affinamento cui sono stati sottoposti. In generale sono molto più strutturati dei corrispondenti vini bianchi, hanno profili olfattivi diversi, che possono includere note ossidative o muschiate, sono caratterizzati dalla presenza di tannini, provenienti sia dalle bucce che dai vinaccioli e originatisi durante la macerazione. Sono vini molto più longevi rispetto ai vini bianchi loro omologhi. Le scelte di abbinamento degli Orange Wines sono più estreme rispetto ai bianchi o ai rosati, e possono arrivare a portate di carni rosse anche di una certa struttura.

ColoreOrange
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàcaratteristico, eccellente, fine
Temperatura di servizio10-14°C, 8-10°C
Bicchierebicchiere da vino rosso classico

La degustazione del vino Orange Wines

Gli Orange Wines sono in generale vini che non vengono sottoposti a filtrazione. E’ quindi abbastanza comune che abbiano un po’ di sedimento ed è quindi bene verticalizzare la bottiglia con un certo anticipo e sottoporli a decantazione, la qual cosa aiuta anche il loro arieggiamento soprattutto qualora abbiano passato un periodo abbastanza lungo in cantina. Il calice consigliato è simile a quello usato per i vini rossi di media struttura e la temperatura di degustazione, a seconda della tipologia, varia dagli 8-10 ai 14°C.

La Degustazione - Esame visivo

Gli Orange Wines non sono gialli, né rossi o rosati, ma “orange“, appunto. Un colore aranciato che non è rosato e presenta sfumature ambrate di maggiore o minore intensità a seconda del vitigno di partenza, della struttura e dell’affinamento del vino sotto esame.

 
Giallo aranciato più o meno intenso

La Degustazione - Esame olfattivo

Al naso gli Orange Wines possono presentare profili molto diversi, soprattutto in funzione del tipo di vinificazione ed affinamento cui sono stati sottoposti. Possiamo trovare note erbacee di foglia di geranio, intermedie tra l’erbaceo dei Sauvignon più decisi e quello di alcuni Cabernet franc, senza però le note fruttate di quest’ultimo. Altri possono avere note fruttate di frutta bianca secca, come albicocche, gherigli di noce, miele, ossia sentori che possono ricordare taluni vini bianchi passiti. Con in più un sottofondo di crosta di pane ed in taluni casi una vena di ossidazione, più o meno fine e armonica.

 
complesso Balsamico Erbaceo Floreale Frutta secca Minerale Sottofondo agrumato Sottofondo speziato
Riconoscimenti olfattivi

La Degustazione - Esame gustativo

Al palato gli Orange Wines hanno solitamente una struttura più corposa rispetto ad un qualsiasi vino bianco o rosato. La quantità di estratto è generalmente superiore. L’intensità tannica è chiaramente percettibile, e più o meno marcata a seconda della durata della fase di macerazione e del vitigno di origine (eh sì, non dimentichiamoci di quello!). Freschezza e sapidità si integrano col tannino facendo sì che gli Orange Wines tendano ad avere un profilo gustativo più orientato verso le durezze, per quanto l’utilizzo della fermentazione malolattica possa contribuire a smorzarne gli effetti.

 
fresco Abbastanza caldo Abbastanza equilibrato persistente con ricordi balsamici con ricordi erbacei con ricordi minerali sapido poco tannico Tannini di trama abbastanza fitta secco

L'Abbinamento con il cibo del vino Orange Wines

Non necessariamente si possono sovrapporre gli Orange Wines a piatti tradizionalmente abbinati ai rossi. Per questi vini sarà piuttosto necessario definire delle classi di abbinamento a sè stanti. Come esistono vini bianchi e rossi più o meno intensi e strutturati, esistono anche Orange Wines più o meno intensi e strutturati. Certamente alcuni piatti di carne, come agnello e capretto, saporiti e speziati, ancorchè non eccessivamente succulenti, possono anche trovare un abbinamento con gli Orange di più grande struttura. Gli Orange Wines si prestano poi magnificamente all’abbinamento con i piatti della cucina orientale, soprattutto indiana e pachistana, o alcuni piatti (non certamente tutti) della cucina giapponese, sushi e sashimi in primis. Le versioni più strutturate e macerate si possono abbinare anche con formaggi erborinati o di media stagionatura.

 
Primi piatti con funghi Risotti diversi Piatti della cucina orientale Formaggi di media stagionatura Formaggi erborinati Secondi piatti con funghi Portate a base di carni bianche Portate di pesce in salsa o in casseruola
>

Argomenti correlati


  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino