il glossario della cucina di Quattrocalici

Portate a base di verdura

Secondi piatti

secondi piatti con verdure e vini in abbinamento

Le verdure, siano esse ortaggi da frutto, come pomodori e melanzane, che foglia, come spinaci e finocchio, che da bulbo, come aglio e cipolla, o da germoglio, come gli asparagi, entrano in moltissimi secondi piatti, sia come ingrediente principale che secondario, o come contorno ad una pietanza a base di pesce o carne. L’abbinamento al vino, quando la verdura costituisce l’elemento principale o prevalente, è determinato dalle caratteristiche organolettiche della verdura. Con le melanzane si tendono a preferire vini rossi di moderata tannicità, come un Franconia o un Piedirosso, con le patate, vini bianchi giovani freschi ma al tempo stesso morbidi, come un Ortrugo o un Nuragus di Cagliari, con i peperoni, un vino bianco di maggiore struttura, come un Verdicchio. Carciofi e pomodori presentano maggiori difficoltà, i primi a causa della presenza di tannini, che ne sconsiglia l’accostamento a vini rossi, facendo prediligere vini bianchi giovani ma di buona struttura, come un Frascati, i secondi a causa della loro acidità, che mal si abbina ai vini in genere se crudi, mentre se cotti si fa riferimento alla pietanza che accompagnano.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.