La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Ortrugo

Il vitigno Ortrugo

    Il vitigno Ortrugo è coltivato prevalentemente in Emilia, nella provincia di Piacenza. Nel Bollettino Ampelografico del Ministero dell’Agricoltura del 1881 veniva riportato come Altrugo o Artrugo da cui ha probabilmente origine il nome attuale. L’etimologia del nome lo riconduce forse ad “altre uve”, “altrughe”. Per un certo periodo l’Ortrugo ha avuto una buona diffusione in tutta l’Emilia, ma oggi ha perso importanza e si trova più facilmente mescolato ad altre varietà, fra cui la Malvasia bianca, anche se, grazie alla passione di alucni produttori, è possibile trovare notevoli sue espressioni vinificate in purezza.

    Ortrugo

    Informazioni generali sul vitigno Ortrugo

      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato regioniEmilia-Romagna

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      grande, Reniforme, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Grappolo compatto, Grappolo lungo, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia Buccia consistente, molto consistente, Buccia pruinosa e di colore verde-gialla.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Ortrugo è di colore Giallo paglierino. Al palato è Caldo, di corpo.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino