Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Gamay

Note degustative per i vini "Gamay"

Il Gamay non possiede elevate quantità di tannini e la sua acidità è piuttosto elevata. I suoi vini hanno generalmente una gradazione alcolica media. I vini prodotti con il Gamay andrebbero consumati piuttosto in fretta e raramente il loro affinamento dovrebbe protrarsi oltre i due o tre anni, periodo in cui riescono ancora mantenere la loro freschezza e il forte carattere fruttato. La longevità dei vini novelli a base di Gamay ottenuti con  la macerazione carbonica è ulteriormente ridotta ed è consigliabile il loro consumo entro sei mesi dalla vendemmia.

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturaleggero
Qualitàfine
Temperatura di servizio14-16°C
Bicchierebicchiere da vino rosso classico

Caratteristiche vino

Il Gamay non possiede elevate quantità di tannini e la sua acidità è piuttosto elevata. I suoi vini hanno generalmente una gradazione alcolica media. I vini prodotti con il Gamay andrebbero consumati piuttosto in fretta e raramente il loro affinamento dovrebbe protrarsi oltre i due o tre anni, periodo in cui riescono ancora mantenere la loro freschezza e il forte carattere fruttato. La longevità dei vini novelli a base di Gamay ottenuti con  la macerazione carbonica è ulteriormente ridotta ed è consigliabile il loro consumo entro sei mesi dalla vendemmia.

Conduzione della degustazione

Per il Gamay vinificato tradizionalmente è consigliabile l'apertura della bottiglia circa un'ora prima della degustazione. Utilizzare un calice di dimensioni medio-grandi, baloon o a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. Come temperatura di degustazione consigliamo circa 14-16°C.

Esame visivo

I vini Gamay sono in genere di colore rosso rubino intenso, con evidenti sfumature porpora o violacee, di trasparenza solitamente media. Questa caratteristica dipende comunque dalle tecniche e dalle rese colturali, nonchè dalla zona di produzione. I vini prodotti con Gamay proveniente da terreni ricchi in calcare hanno solitamente tonalità di colore più intense, mentre la provenienza da terreni granitici o scistosi producono colori meno intensi e quindi più confacenti alla tipologia. I novelli prodotti con la tecnica della macerazione carbonica presentano colori più intensi e si accentua inoltre la sfumatura porpora, che molto spesso tende al blu.
 
Rosso rubino con riflessi violacei Consistente

Esame olfattivo

Al naso il Gamay è fruttato con intensi aromi di frutti a bacca rossa. Nel Gamay troviamo generalmente aromi di lampone, amarena, prugna, mirtillo e fragola, talvolta anche aromi floreali di violetta e rosa. Nei vini novelli a base di Gamay, caratterizzati per l'aroma "vinoso" si trovano anche le tipiche note di banana, caramella di frutta e acetone. In alcuni casi si possono riconoscere aromi di cioccolato, cannella, gelsomino e mora.
 
abbastanza complesso floreale fruttato vinoso di buona intensità
Riconoscimenti olfattivi

Esame gustativo

I Gamay sono caratterizzati dalla loro leggerezza, dall'alta acidità e dal modesto tasso alcolico. Per queste caratteristiche il Gamay è spesso considerato un vino bianco dal colore rosso. Anche il suo contenuto in tannini è abbastanza basso, pertanto la struttura dei Gamay non raggiunge mai livelli elevati. All'assaggio riconosceremo il Gamay  per la sua acidità, qualità importante nei vini prodotti con quest'uva. Inoltre la ridotta quantità di tannini consente il servizio a temperature più basse, consuetudine molto comune nel servizio dei vini novelli che contengono quantità di tannini ancora minori. L'alcolicità nei vini Gamay è media, generalmente tra i 12 e i 13 gradi. Nella persistenza il Gamay è piuttosto coerente con le sue sensazioni olfattive, lasciando quindi intensi ricordi di frutti a bacca rossa.
 
fresco Tannini abbastanza morbidi di trama poco accentuata

Abbinamento cibo-vino

I vni a base di Gamay, nelle loro versioni secche e con vinificazione tradizionale si abbinano ad antipasti a base di salumi, primi piatti con sughi di carne, formaggi di media stagionatura e carni rosse in preparazioni non particolarmente strutturate.
 
Antipasti con salumi Piatti di pasta a base di carne Primi piatti a base di carne Zuppe e minestre di verdura Formaggi freschi Portate a base di carne arrosto o alla griglia Portate a base di carni bianche Secondi piatti con funghi

Argomenti correlati

  •  
  • Contatti professionali

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social