Indice dei contenuti

Il corso sulle birre di Quattrocalici

Birre Märzen

birre märzen

Lo stile delle Birre Märzen

Il nome delle birre Märzen deriva dal mese di marzo, alla fine della tradizionale stagione birraria bavarese che andava dal giorno di San Michele, il 29 settembre, e quello di San Giorgio, il 23 aprile. Durante l’estate non si produceva infatti birra, a causa del pericolo di incendi dovuti alle caldaie. Allo scopo di ottenere una birra conservabile in estate, i mastri birrai bavaresi la fecero più alcolica e luppolata, perchè fosse in grado di resistere fino all’Oktoberfest, a metà settembre.

Le Märzen sono birre lager  di grande eleganza, caratterizzate da un ricco sentore maltato, con note tostate e di crosta di pane, limitata amarezza e una finitura secca che incoraggia la beva. La maltatura è soffice, elegante e complessa, mai pesante nel retrogusto. Le Le Märzen sono birre meno forti e con minore corpo rispetto alle Dunkles Bock, ma più profonde e ricche rispetto alle Festbier, meno luppolate e con una maltatura paragonabile alle Czech Amber Lager.

La degustazione delle Birre Märzen

birre märzen caratteristiche

Le Birre Märzen alla vista

Le Märzen alla vista si presentano di un colore ambrato-aranciato, che non vira mai al dorato. Sono brillanti di tonalità, con una schiuma biancastra persistente. Le versioni moderne per l’Oktoberfest tendono ad essere più chiare, mentre le Export (soprattutto verso gli USA) sono più forti e scure, anche se vengono etichettate come Oktoberfest.

Le Birre Märzen all’olfatto

Le Märzen all’olfatto manifestano, anche se non in maniera eccessivamente marcata, l’aroma di crosta di pane e tostato del malto tedesco, con in più una pulita nota fermentativa caratteristica delle lager, con toni luppolati praticamente assenti. A volte un leggero sentore alcolico può essere percettibile, senza mai essere invadente.

Le Birre Märzen al palato

Le Märzen al palato si presentano con una struttura media, una trama cremosa che introduce un palato decisamente ricco. La carbonatazione è media, l’attenuazione completa, senza alcun residuo zuccherino. Può esprimere calore alcolico, ma solitamente la sua forza rimane abbastanza mascherata. La nota maltata iniziale può indurre una suggestione dolciastra, ma in realtà la finitura è da medio-secca a secca. Il luppolo bilancia armonicamente il malto, impedendogli di risultare dolce. Anche il retrogusto, ricco ed elegante, richiama la nota maltata dell’apertura.

Gli ingredienti delle Birre Märzen

I cereali impiegati possono essere diversi, anche se prevale il malto di Monaco, la cui eleganza ne caratterizza il sapore. L’ammostamento per decozione fa parte del tradizionale procedimento di birrificazione che permette alle Märzen di sviluppare le caratteristiche note maltate.

Le più famose Birre Märzen in commercio

Tra le più note e caratteristiche birre Märzen ricordiamo la Bürgerliches Ur-Saalfelder, la Hacker-Pschorr Original Oktoberfest, la Paulaner Oktoberfest, la Weltenburg Kloster Anno 1050.

Marcello Leder
Marcello Leder

Laureato in Chimica, Sommelier AIS. Si interessa di biochimica ed enologia, di enografia e storia del vino e della vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale e di tutti i suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.