La guida ai vitigni di Quattrocalici

Moscato giallo

Il vitigno Moscato giallo e i suoi vini

moscato giallo vitigno

Il vitigno Moscato Giallo è meno diffuso in Italia rispetto al Moscato bianco, lo si trova soprattutto nel nord-est d’Italia, in particolare sui Colli Euganei e in Trentino-Alto Adige. Il Moscato giallo è un vitigno di probabili antiche origini siriane (è infatti anche noto come Moscato Sirio) ed è giunto a noi importato con tutta probabilità dalla Grecia ad opera di mercanti Veneziani. Nei Colli Euganei dà vita al “Moscato Fiori d’Arancio“, in versione sia spumantizzata che passita, mentre in Alto Adige è noto come “Goldmuskateller“. Appartiene alla famiglia dei Moscati, vitigni aromatici il cui nome  deriva da “muscum“, muschio, il cui aroma caratteristico si ritrova anche nell’uva matura. Il Moscato giallo viene utilizzato sia come uva da tavola che per la vinificazione, come spumante dolce o vino passito, talvolta anche in versione ferma e secca.

Il vino del Moscato Giallo ha colore giallo paglierino chiaro e dorato. Il suo profumo è delicato con delicati profumi di noce moscata ed essenza di pompelmo e di cedro. Il gusto del Moscato giallo in bocca è aromatico, fragrante e fresco intenso con una leggera sapidità e dall’aroma persistente. Dal punto di vista ampelografico, il vitigno Moscato giallo presenta una foglia di grandezza media, rotondeggiante, trilobata e talvolta intera. Il suo grappolo è medio-grande, allungato, piramidale, con 1 o 2 ali e  spargolo. L’acino è medio, sferoidale, con buccia pruinosa, spessa e consistente, di colore giallo piuttosto carico e polpa un po’ carnosa e succosa, dal sapore gradevolmente moscato.

moscato giallo vitigno

Il vitigno Moscato Giallo è meno diffuso in Italia rispetto al Moscato bianco, lo si trova soprattutto nel nord-est d’Italia, in particolare sui Colli Euganei e in Trentino-Alto Adige. Il Moscato giallo è un vitigno di probabili antiche origini siriane (è infatti anche noto come Moscato Sirio) ed è giunto a noi importato con tutta probabilità dalla Grecia ad opera di mercanti Veneziani. Nei Colli Euganei dà vita al “Moscato Fiori d’Arancio“, in versione sia spumantizzata che passita, mentre in Alto Adige è noto come “Goldmuskateller“. Appartiene alla famiglia dei Moscati, vitigni aromatici il cui nome  deriva da “muscum“, muschio, il cui aroma caratteristico si ritrova anche nell’uva matura. Il Moscato giallo viene utilizzato sia come uva da tavola che per la vinificazione, come spumante dolce o vino passito, talvolta anche in versione ferma e secca.

Il vino del Moscato Giallo ha colore giallo paglierino chiaro e dorato. Il suo profumo è delicato con delicati profumi di noce moscata ed essenza di pompelmo e di cedro. Il gusto del Moscato giallo in bocca è aromatico, fragrante e fresco intenso con una leggera sapidità e dall’aroma persistente. Dal punto di vista ampelografico, il vitigno Moscato giallo presenta una foglia di grandezza media, rotondeggiante, trilobata e talvolta intera. Il suo grappolo è medio-grande, allungato, piramidale, con 1 o 2 ali e  spargolo. L’acino è medio, sferoidale, con buccia pruinosa, spessa e consistente, di colore giallo piuttosto carico e polpa un po’ carnosa e succosa, dal sapore gradevolmente moscato.

moscato giallo vitigno
Moscato giallo

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Moscato giallo è uno dei  Vitigni aromatici, Vitigni locali a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Veneto e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 827 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni aromatici, Vitigni locali
Regioni Italiane principaliVeneto
Superfice vitata nazionale827 ha
Famiglia vitigniMoscati
SinonimiGoldmuskateller, Muskateller, Moscatellone, Moscatello
Anno di registrazione1970
Autorizzato provinceBolzano
Autorizzato regioniLazio, Lombardia, Molise, Sicilia
Moscato giallo

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Moscato giallo sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Moscato giallo ha Foglia media, Foglia orbicolare, Foglia intera, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Moscato giallo ha Grappolo medio, Grappolo piramidale.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Moscato giallo ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente, Buccia spessa e di colore Buccia verde-gialla.

Moscato giallo

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Moscato giallo sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Moscato giallo è di colore Giallo dorato. Al palato è Aromatico, Fragrante, Fresco.

Moscato giallo

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Moscato giallo le caratteristiche principali sono:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.