La guida ai vitigni di Quattrocalici

Grechetto

Il vitigno Grechetto e i suoi vini

grechetto vitigno

Il vitigno Grechetto è probabilmente originario della Grecia, come tutti i vitigni che contengono “greco” nella radice del nome. Infatti al termine Greco o Grechetto erano in passato associati vitigni a bacca bianca che mostravano caratteristiche anche molto differenti tra loro ma erano accomunati dal fatto di essere stati verosimilmente importati nell’Italia meridionale attraverso la Magna Grecia.  La famiglia dei Grechetti diffusa in Umbria si compone di fatto di due vitigni, il Grechetto di Orvieto (clone G109) e il Grechetto di Todi, (clone G5). E’ attualmente pendente la richiesta di iscrizione delle due varietà in forma separata al Registro Nazionale delle Varietà di Vite (dove dal 1970 compare un solo Grechetto). Al clone G109 (già Grechetto di Orvieto) rimarrà il puro e semplice termine Grechetto, mentre quello di Todi è stato rinominato come Grechetto Gentile.

Il Grechetto, in entrambi i cloni, è diffuso principalmente in Umbria e nelle zone limitrofe delle regioni centrali, ovvero Lazio, Toscana e Marche. Può comunque essere considerato un vitigno autoctono dell’Umbria o  più estesamente dell’Italia Centrale. Le caratteristiche ampelografiche e organolettiche riportate si riferiscono al Grechetto di Orvieto, cui si farà generico riferimento indicandolo come Grechetto.

Il grappolo del Grechetto è di dimensioni medie, di lunghezza medio-corta e di forma piramidale, semicompatto e dotato di due piccole ali. Il suo acino è acino è medio-piccolo, sferico, con buccia consistente, molto pruinosa e di colore giallo verdognolo. Giunge a maturazione solitamente nella seconda decade di settembre. Rispetto al Grechetto di Todi,  è capace di esprimere una maggiore resa, derivante dal peso più elevato del grappolo, che si attenua sensibilmente con i sistemi di allevamento a potatura corta, risultando alla fine meno produttivo di quello di Todi. Per la minore compattezza del grappolo e la maggiore consistenza degli acini, risulta meno sensibile ai marciumi fungini e quindi più adatto alle vendemmie tardive o all’appassimento.

Il vino del Grechetto ha colore paglierino intenso, buona struttura e qualità dei profumi, intensi ed eleganti, con note fruttate caratteristiche. Il tenore alcolico è generalmente piuttosto elevato e l’acidità contenuta. Il Grechetto si presta bene a vinificazioni in legno e alla produzione di vini dolci da vendemmie tardive o da uve appassite. È utilizzato in purezza ma anche come miglioratore in assemblaggio con altre uve, spesso con lo Chardonnay.

grechetto vitigno

Il vitigno Grechetto è probabilmente originario della Grecia, come tutti i vitigni che contengono “greco” nella radice del nome. Infatti al termine Greco o Grechetto erano in passato associati vitigni a bacca bianca che mostravano caratteristiche anche molto differenti tra loro ma erano accomunati dal fatto di essere stati verosimilmente importati nell’Italia meridionale attraverso la Magna Grecia.  La famiglia dei Grechetti diffusa in Umbria si compone di fatto di due vitigni, il Grechetto di Orvieto (clone G109) e il Grechetto di Todi, (clone G5). E’ attualmente pendente la richiesta di iscrizione delle due varietà in forma separata al Registro Nazionale delle Varietà di Vite (dove dal 1970 compare un solo Grechetto). Al clone G109 (già Grechetto di Orvieto) rimarrà il puro e semplice termine Grechetto, mentre quello di Todi è stato rinominato come Grechetto Gentile.

Il Grechetto, in entrambi i cloni, è diffuso principalmente in Umbria e nelle zone limitrofe delle regioni centrali, ovvero Lazio, Toscana e Marche. Può comunque essere considerato un vitigno autoctono dell’Umbria o  più estesamente dell’Italia Centrale. Le caratteristiche ampelografiche e organolettiche riportate si riferiscono al Grechetto di Orvieto, cui si farà generico riferimento indicandolo come Grechetto.

Il grappolo del Grechetto è di dimensioni medie, di lunghezza medio-corta e di forma piramidale, semicompatto e dotato di due piccole ali. Il suo acino è acino è medio-piccolo, sferico, con buccia consistente, molto pruinosa e di colore giallo verdognolo. Giunge a maturazione solitamente nella seconda decade di settembre. Rispetto al Grechetto di Todi,  è capace di esprimere una maggiore resa, derivante dal peso più elevato del grappolo, che si attenua sensibilmente con i sistemi di allevamento a potatura corta, risultando alla fine meno produttivo di quello di Todi. Per la minore compattezza del grappolo e la maggiore consistenza degli acini, risulta meno sensibile ai marciumi fungini e quindi più adatto alle vendemmie tardive o all’appassimento.

Il vino del Grechetto ha colore paglierino intenso, buona struttura e qualità dei profumi, intensi ed eleganti, con note fruttate caratteristiche. Il tenore alcolico è generalmente piuttosto elevato e l’acidità contenuta. Il Grechetto si presta bene a vinificazioni in legno e alla produzione di vini dolci da vendemmie tardive o da uve appassite. È utilizzato in purezza ma anche come miglioratore in assemblaggio con altre uve, spesso con lo Chardonnay.

vitigno grechetto
Grechetto

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Grechetto è uno dei  Vitigni locali a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Umbria e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 1500 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni locali
Regioni Italiane principaliUmbria
Superfice vitata nazionale1500 ha
Famiglia vitigniGreci
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniAbruzzo, Lazio, Marche, Toscana, Umbria
Grechetto

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Grechetto sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Grechetto ha Foglia media, Foglia cuneiforme, Foglia pentagonale, Foglia intera, Foglia pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Grechetto ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 0-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Grechetto ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini ovoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente, Buccia sottile e di colore Buccia verde-gialla.

Grechetto

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Grechetto sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Grechetto è di colore . Al palato è Minerale, Fruttato, Floreale.

Grechetto

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Grechetto le caratteristiche principali sono:
Richiede potaturaPotatura lunga
ProduttivitàProduttività elevata
Tipo allevamentoPotature a media espansione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.