Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Recioto di Soave

Note degustative per i vini "Recioto di Soave"

Il Recioto di Soave è un vino bianco passito che secondo il disciplinare DOCG è disponibile nelle versioni ferma e spumante. La versione ferma è un classico vino passito, dal colore brillante, intenso e ampio al naso, di notevole consistenza e persistenza. La vesrione spumantizzata offre un'esperienza gusto-olfattiva particolare, unendo le caratteristiche già menzionate all'effervescenza, alle note lievitate ticpiche della rifermentazione e alla freschezza gustativa.

Colorebianco
Tipo vinopassito, spumante
Strutturadi corpo
Qualitàarmonico, elegante, fine
Temperatura di servizio10-14°C, 8-10°C
Bicchierebicchiere da vino passito, bicchiere da spumante

Caratteristiche vino

Il Recioto di Soave è un vino bianco passito che secondo il disciplinare DOCG è disponibile nelle versioni ferma e spumante. La versione ferma è un classico vino passito, dal colore brillante, intenso e ampio al naso, di notevole consistenza e persistenza. La vesrione spumantizzata offre un'esperienza gusto-olfattiva particolare, unendo le caratteristiche già menzionate all'effervescenza, alle note lievitate ticpiche della rifermentazione e alla freschezza gustativa.

Conduzione della degustazione

Il Recioto di Soave è un vino passito dolce, che nella sua versione ferma è desgutato al meglio ad una temperatura di circa 12°C e viene servito in bicchieri a stelo lungo, adatti alla degustazione dei vini dolci. La bottiglie di recioto di Soave fermo va aperta almeno una mezz'ora prima della degustazione, trattandosi in genere di vini sottoposti a lungo affinamento sia in legno che in bottiglia. Per le versioni spumantizzate del Recioto di Soave sceglieremo invece un calice più ampio o la tradizionale flûte. In questo caso consigliamo una temperatura di degustazione attorno ai 6-8 °C.

Esame visivo

Il Recioto di Soave fermo si presenta di colore giallo oro fino a giallo ambrato, brillante. Le sfumature variano a seconda dei tempi e modalità di appassimento e ai tempi e modalità di affinamento dopo la vinificazione. I vini che hanno passato lunghi mesi (o anni) in contenitori di legno tenderanno a presentare colorazioni più scure ed intense. Questi grandi passiti hanno sempre una notevole consistenza dovuta all'elevato contenuto in zuccheri e polialcoli. Le versioni spumantizzate presentano spuma e perlage fine e persistente, unito ad una colorazione giallo oro scuro abbastanza particolare per questa tipologia.  
 
Giallo ambrato Giallo dorato brillante Consistente

Esame olfattivo

Il Recioto di Soave si presenta al naso intenso e ampio, come quasi sempre avviene con i vini passiti e liquorosi grazie alla concentrazione delle sostanze aromatiche dovuta all'appassimento e all'evoluzione e combinazione delle sostanze presenti nel vino durante i lunghi anni di affinamento, che arricchisce di aromi terziari la già notevole complessità olfattiva. Nel recioto di Soave riconosciamo note fruttate di mela, pera, albicocca e pesca, oltre a frutta secca come mandorla, fico secco, albicocca secca, nocciola e dattero. La maturazione in legno aggiunge inoltre sensazioni speziate come vaniglia e chidi di garofano. Le versioni spumantizzate presentano anche un piacevole sottofondo di lieviti e crosta di pane.  
 
complesso fruttato speziato
Riconoscimenti olfattivi

Esame gustativo

Il Recioto di Soave è ovviamente un vino dolce, ma come in tutti i grandi passiti l'equilibrio delle sensazioni gustative è determinato dall'acidità, che permette di controbilanciare la dolcezza evitando che un vino così concentrato risulti stucchevole. A dolcezza e freschezza si accompagna la morbidezza dovuta ai polialcoli e la senzazione pseudocalorica dell'alcol. Il Recioto di Soave, sia fermo che spumante, è un vino dotato di lunga persistenza che ci fa riconoscere nel finale i sapori di frutta secca, uva e miele riscontrati all'olfatto accompagnate da equilibrate sensazioni di dolcezza e freschezza.
 
Caldo

Abbinamento cibo-vino

Il Recioto di Soave si può abbinare con piccola pasticceria e dolci della tradizione, ma anche con formaggi erborinati accompagnati da confetture e mostarde. La versione spumantizzata si abbina al meglio con dolci lievitati come il Pandoro di Verona.
 
Biscotti e pasticcini Come vino da meditazione Torte e crostate alla frutta Formaggi erborinati

Argomenti correlati


  • Contatti professionali

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social