La guida ai vitigni di Quattrocalici

Bellone

Il vitigno Bellone e i suoi vini

bellone vitigno

Il Bellone è un vitigno molto versatile, diffuso in Lazio, soprattutto nelle province di Roma e Latina.  Il Bellone, vitigno di origini antichissime, era diffuso nell’area dei Castelli Romani già in epoca romana e citata da Plinio il Vecchio come “uva pantastica”. Il Bellone è coltivato principalmente nei vigneti intorno alla capitale (dove è stato coltivato fin dall’antichità) e svolge un ruolo importante nei delicati vini bianchi della denominazione Roma DOC. In effetti, il Bellone è così importante per la viticoltura della regione che il Roma Bellone DOC è una delle sole due tipologie di vino varietali coperti dalla DOC. Vini monovarietali di Bellone sono prodotti anche nella Marino DOC (nella zona dei Castelli Romani, poco a sud di Roma) e nei vigneti costieri della Nettuno DOC.

Il Bellone è noto con numerosi sinonimi quali Cacchione e Arciprete. Il Bellone rientra in moltissime denominazioni del Lazio. Il Bellone bianco ha un cugino meno noto, dalla buccia nera, il Bellone Nero. Il vitigno Bellone dà grappoli di dimensioni medio grandi a forma cilindrica-conica, occasionalmente alati e a densità serrata. Gli acini sono di dimensioni medio-grandi, sferici, con bucce spesse gialle e striate di marrone, ricoperti di pruina. Il Bellone è un vitigno è molto vigoroso, con rese elevate ma irregolari. Viene allevato con sistemi a media espansione su terreni vari, preferibilmente vulcanici e leggeri, come quelli dei Castelli Romani. Il Bellone predilige suoli fertili, ben drenati ma freschi. E’ sensibile alla peronospora e al marciume, mentre resiste bene alle altre malattie. La maturazione del Bellone è tardiva, nei primi dieci giorni di ottobre. Anche se il più delle volte il Bellone dà vini bianchi leggeri e freschi, la varietà viene talvolta utilizzata per produrre vini dolci a da vendemmie tardive. L’uva Bellone era una volta un componente chiave del Frascati Cannellino passito, anche se questo è ora prodotto tipicamente da Malvasia e Trebbiano (la classica ricetta del Vin Santo).

Bellone

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Bellone è uno dei  Vitigni locali a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Lazio e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a .
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni locali
Regioni Italiane principaliLazio
Anno di registrazione1970
Autorizzato provinceCaserta
Autorizzato regioniLazio, Umbria
Bellone

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Bellone sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Bellone ha Foglia grande, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Bellone ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Bellone ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia puntinata, Buccia pruinosa, Buccia spessa e di colore verde-gialla.

Bellone

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Bellone sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Bellone è di colore Giallo paglierino, . Al palato è Fruttato, Minerale.

Bellone

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Bellone le caratteristiche principali sono:
Bellone

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Bellone risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.