La Spumantizzazione


Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin


Per spumantizzazione si intende in senso generale la trasformazione di un vino base in spumante, ottenuta mediante rifermentazione completa fino ad anidride carbonica di una soluzione zuccherina aggiunta e addizionata con opportuni lieviti, ottenendo così una sovrapressione di almeno 3 bar.

In via teorica, si potrebbe ottenere uno spumante anche addizionando con anidride carbonica gassosa il vino base, come nel caso di un’acqua minerale o di una soft drink, ed in questo caso l’etichetta dovrebbe riportare la dicitura “vino spumante gassificato”, ma di fatto tale pratica è completamente in disuso.

Dal punto di vista del metodo di produzione, gli spumanti si dividono quindi in:

Dal punto di vista del contenuto zuccherino, il regolamento CE n. 607/2009-allegato XIV, prevede la seguente classificazione:

Dal punto di vista della denominazione, la classificazione prevede:

  • V.S. Vino spumante da tavola, sovrapressione min. 3 bar
  • V.S.Q. Vino spumante di qualità, sovrapressione in. 3,5 bar (riconducibile alle denominazioni IGP)
  • V.S.Q.P.R.D. Vino spumante di qualità  prodotto in regioni determinate, sovrapressione in. 3,5 bar (riconducibile alle denominazioni DOP, ossia DOC e DOCG)

Se  lo spumante è ottenuto da vitigni aromatici, si sostituiscono le lettere V.S. “vino spumante” con V.S.A. “vino spumante aromatico”.

I vini frizzanti sono caratterizzati da una sovrapressione massima di 2,5 bar. Si ottengono basicamente o mediante arresto della fermentazione mediante filtrazione o centrifugazione al raggiungimento dei 7 gradi alcolici effettivi e 9 gradi saccarometrici totali, e una sovrappressione dovuta al gas da 1 a 2,5 bar (frizzanti dolci), o mediante aggiunta di zuccheri e lieviti e successiva rifermentazione.

Articoli Correlati

L'autore

Laureato in Chimica, Sommelier AIS. Si interessa di biochimica ed enologia, di enografia e storia del vino e della vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici.it nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale, nonchè della struttura e dell'impostazione della maggior parte dei suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Commenta questo contenuto