La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Casetta e i suoi vini

    Il vitigno Casetta è un autoctono della Vallagarina, situata a cavallo tra le province di Trento e di Verona. Ha origini antichissime e deriva sicuramente dall’addomesticazione di viti selvatiche. Infatti uno dei suoi sinonimi è “Lambrusco a foglia tonda” che fa da contraltare all’Enantio o Lambrusco a foglia frastagliata diffuso anch’esso in forma esclusiva nello stesso territorio. E’ particolarmente diffuso tra i comuni di Ala e Avio, in provincia di Trento, e Dolcè, Brentino Belluno e Rivoli in provincia di Verona. Pare che il vitigno prenda il nome da una famiglia di Marani di Ala (TN), nota per coltivare questo vitigno nei suoi poderi, da cui uno dei suoi sinonimi locali, Maranela. Il Casetta ha ceppi particolarmente longevi, e non è raro trovare piante produttive risalenti all’epoca immediatamente dopo la venuta della fillossera, ossia circa 70 anni or sono.

    casetta vitigno

    A causa della scarsa reperibilità in commercio di barbatelle innestate il Casetta viene ancor oggi riprodotto per ramificazione, interrando un tralcio di una vite vicina. Dopo essere stato abbandonato negli anni Sessanta a favore di varietà più richieste dal mercato e ed essere stato anche radiato come vitigno autorizzato a causa della sua particolare sensibilità a malattie fungine, negli ultimi anni sta nuovamente crescendo l’interesse per questo vitigno, infatti dal 2002 la varietà è stata reintrodotta tra quelle ammesse alla coltivazione anche se solo recentemente, dal novembre 2006, con il riconoscimento della Valdadige Terradeiforti DOC, si possono produrre alcune tipologie di vino a denominazione di origine con uve Casetta in purezza. Dal punto di vista ampelografico, il vitigno Casetta è caratterizzato da una foglia media, pentagonale, pentalobata. Il suo grappolo è conico e alato di dimensioni medie, spargolo con acino medio-grande. La buccia degli acini è sottile, di colore scuro, quasi un blu-nero, abbastanza resistente ai freddi invernali, ma molto sensibile alle gelate invernali. Il Casetta ha buona vigoria e si adatta bene a terreni calcarei e collinari, che abbiano una buona esposizione e ventilazione, ad altezze che non superino i quattrocento metri di altitudine. È ricco di polifenoli, ha una pronunciata acidità e tannini relativamente decisi. Come vino, il Casetta alla vista si presenta dal colore rosso rubino intenso. Al naso presenta note fruttate di prugna matura e mora, su di un sottofondo lievemente vegetale e una nota speziate di pepe nero nel finale. Al palato è strutturato, giustamente tannico, abbastanza morbido e persistente. Lo possiamo abbinare a polenta con formaggio o funghi o carne di maiale alla griglia.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Casetta

      Il vitigno Casetta è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera della regione Trentino-Alto Adige, registrato ufficialmente dal 2002. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 12 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Superfice vitata nazionale12 ha
      Famiglia vitigniLambruschi
      Anno di registrazione2002
      Autorizzato provinceTrento, Verona

      Casetta - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Casetta sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Casetta ha Foglia media, Pentagonale, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Casetta ha Spargolo, Grappolo medio, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Casetta ha acini dimensione media, grandi, di forma Acini elissoidali, con buccia Buccia di medio spessore e di colore blu-nera.

      Casetta - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Casetta sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Casetta è di colore Rosso rubino, intenso. Al palato è Fruttato, Erbaceo, tannico.

      Casetta - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Casetta le caratteristiche principali sono:
      Predilige posizioneEsposizione buona, Zone collinari
      Epoca maturazioneMaurazione media
      VigoriaVigoria elevata
      Sensibilità conosciuteGelo
      Resistente aFreddo

      Casetta - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Casetta risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
      DenominazioneTipo denominazioneRegione
      Valdadige Terra dei Forti DOCDOCTrentino-Alto Adige, Veneto

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione