Presentazione ed apertura delle bottiglie

La bottiglia di vino va trattata in maniera corretta, seguendo delle regole precise, fin dal suo prelievo dallo stoccaggio (cantina o armadio refrigerante).

presentazione-apertura-bottiglie-vino
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Maneggiare correttamente la bottiglia

La bottiglia di vino va trattata in maniera corretta, seguendo delle regole precise, fin dal suo prelievo dallo stoccaggio (cantina o armadio refrigerante). La bottiglia va pulita, portata al tavolo (o tavolino di servizio) mantenendola orizzontale se si pensa possano essere presenti sedimenti e presentata al cliente o commensale di riferimento in modo che egli possa vedere l’etichetta. In caso di vini di lungo affinamento prelevati in cantina, può essere utile l’utilizzo dell’apposito cestello portabottiglia.

La presentazione della bottiglia

Nel caso del servizio vini al ristorante, il vino viene quindi presentato al cliente, che verifica la sua corrispondenza a quanto scelto sulla carta vini. Il vino viene presentato indicandone il nome, l’annata e il produttore. Ogni altra ulteriore informazione o dettaglio sul vino o il produttore viene fornita solo dietro richiesta del cliente.

Preparazione all’apertura della bottiglia

Per i vini che sono stati soggetti a lungo affinamento, o che possano far pensare alla presenza di depositi o sedimenti, potrà essere necessaria la decantazione. Tramite questa procedura, se svolta correttamente, i sedimenti vengono eliminati ed il vino ha la possibilità di ossigenarsi e liberare i suoi profumi. Se il vino è invece stato portato al cliente nel secchiello del ghiaccio, la bottiglia va asciugata con l’apposito tovagliolo, che può essere tenuto sulla bottiglia me senza coprire l’etichetta. Si procede quindi all’apertura della bottiglia, che segue procedure diverse nel caso dei vini fermi o spumanti.

Articoli Correlati

L'autore

marcello leder
Laureato in Chimica, Sommelier AIS. Si interessa di biochimica ed enologia, di enografia e storia del vino e della vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale e di tutti i suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Scrivi un commento su questo contenuto Presentazione ed apertura delle bottiglie

I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.