Le Regioni del Vino - Quattrocalici

Le Denominazioni di Origine nel Molise

Regione Molise

molise denominazioni
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Nel Molise vi sono 4 Denominazioni di Origine DOC e 2 IGT. La Biferno DOC, con le tipologie rosso (anche Superiore e Riserva), rosato e bianco, basate sui vitigni Montepulciano (70–80%) e Aglianico (15–20%) per il rosso e il rosato, mentre il bianco viene prodotto con uvaggi a base di Trebbiano toscano (60–70%) e la Pentro o Pentro d’Isernia DOC, con le tipologie rossorosato e bianco, uvaggio di Montepulciano e Sangiovese le prime due e  Trebbiano toscano (60–70%) e Bombino bianco la terza. Entrambe furono istituite nel 1983. Seguirono poi nel 1998 la Molise o del Molise DOC, che insiste su gran parte del territorio molisano, con un grande numero di tipologie e di vitigni utilizzabili. 5 le tipologie ammesse dal disciplinare: rosso (anche Riserva), spumantepassitonovello e frizzante. Le versioni Rosso e Riserva devono essere prodotte con l’85% minimo di Montepulciano. La  Riserva può essere qualificata come tale dopo un invecchiamento minimo di due anni, di cui sei mesi in botti di legno. Altri vitigni ammessi sono l’Aglianico, il Cabernet sauvignon e il Sangiovese per i rossi; la Falanghina, lo Chardonnay, il Greco, il Moscato bianco, il Pinot bianco, il Sauvignon e il Trebbiano per i bianchi. Il novello si può produrre con il Montepulciano in purezza. Il frizzante, può essere prodotto con ChardonnayPinot bianco e Moscato con minimo l’85% per ogni vitigno. Lo spumante con Chardonnay o Pinot bianco o Moscato, tutti con minimo 85%. La denominazione Tintilia del Molise DOC fu istituita nel 2011. La sua zona di produzione abbraccia molti comuni del Basso Molise, della Valle del Biferno, della zona del Fortore e del Trigno, del Molise Centrale, dell’Alto Molise e della Valle del Volturno. Le tipologie ammesse dal disciplinare sono il rosso, il rosato e il rosso riserva., tutte a base di uve Tintilia per almeno il 95%. La riserva deve subire un invecchiamento minimo di due anni. La denominazione Osco o Terra degli Osci IGT e Rotae IGT, sono del 1995. In regione vi sono anche due DOP, una per l’ Olio Extravergine del Molise DOP e l’altra, l’onnipresente Salamini Italiani alla Cacciatora DOP.

Le Denominazioni di Origine nel Molise

  • DOCG nessuna
  • DOC 4
  • IGT 2
  • DOP agroalimentari 5
  • IGP agroalimentari 1

Le denominazioni di origine per il vino in Molise

Le allegate cartine mostrano i confini delle Denominazioni di Origine per il Vino nella regione Molise. Le tabelle contengono i link alle pagine dedicate ad ogni singola Denominazione.

Le denominazioni di origine agroalimentari della regione Molise

La regione Molise, come tutte le regioni d'Italia, non è solamente famosa per i suoi vini, ma anche per diversi altri prodotti tipici legati al territorio e protetti da denominazioni di origine DOP e IGP. Ecco l'elenco completo delle Denominazioni di Origine Agroalimentari per la regione Molise.

I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le province di questa regione

  • Le Regioni del Vino