La guida ai vitigni di Quattrocalici

Guarnaccia

Il vitigno Guarnaccia e i suoi vini

guarnaccia vitigno

Il vitigno Guarnaccia è un vitigno minore a bacca bianca originario della regione Calabria, dove però è pochissimo coltivato, a parte nella sua zona di elezione, vale a dire la provincia di Cosenza. Nessun documento storico riesce a chiarire la provenienza della Guarnaccia, e si può anche ritenere che come molti vitigni specie nel meridione d’Italia possa essere una delle tante uve importate dalla Grecia al tempo della colonizzazione ellenica nel VII secolo avanti Cristo. Questa ipotesi viene supportata dalla diffusione del vitigno, concentrata sul litorale Campano, nell’isola d’Ischia e nel Lazio, oltre che in Calabria. Qui la Guarnaccia trova una buona diffusione nel territorio compreso tra i comuni di Verbicaro, Altomonte e Saracena (Cosenza), nella parte più a sud del Parco Nazionale del Pollino. Il suo nome fa pensare ad una provenienza spagnola, ma non vi sono conferme al riguardo.

Assieme alla malvasia e al moscatello, la Guarnaccia è utilizzata per la produzione del Moscato al governo di Saracena, particolarissimo ed unico vino da dessert. La Guarnaccia è un vitigno di buona vigoria, con epoca di maturazione media (nella terza decade di settembre). Dal punto di vista ampelografico il suo grappolo è medio, allungato, conico, semplice o con un’ala, mediamente compatto. L’acino è medio, da sferoidale ad ellissoidale corto, con ombelico visibile. La buccia ha un colore che varia dal verde-biancastro al giallo-ambrato, molto pruinosa; la sua polpa è succosa, con un sapore gradevole simile al moscato. La Guarnaccia è prevista nei disciplinari calabresi della DOP Terre di Cosenza Pollino e Verbicaro ma è presente anche in quelli degli IGT Calabria, Palizzi, Locride, Arghillà, Pellaro, Scilla, Costa Viola (nella provincia di Reggio Calabria) e anche Valdamato (nella provincia di Catanzaro), Lipuda e Val di Neto (nella provincia di Crotone). Il vino della Guarnaccia vinificata in purezza è di colore giallo paglierino carico e presenta profumi floreali, fruttati, erbacei e minerali. E’ un vino intenso e corposo, di buona freschezza ed acidità.

guarnaccia vitigno

Il vitigno Guarnaccia è un vitigno minore a bacca bianca originario della regione Calabria, dove però è pochissimo coltivato, a parte nella sua zona di elezione, vale a dire la provincia di Cosenza. Nessun documento storico riesce a chiarire la provenienza della Guarnaccia, e si può anche ritenere che come molti vitigni specie nel meridione d’Italia possa essere una delle tante uve importate dalla Grecia al tempo della colonizzazione ellenica nel VII secolo avanti Cristo. Questa ipotesi viene supportata dalla diffusione del vitigno, concentrata sul litorale Campano, nell’isola d’Ischia e nel Lazio, oltre che in Calabria. Qui la Guarnaccia trova una buona diffusione nel territorio compreso tra i comuni di Verbicaro, Altomonte e Saracena (Cosenza), nella parte più a sud del Parco Nazionale del Pollino. Il suo nome fa pensare ad una provenienza spagnola, ma non vi sono conferme al riguardo.

Assieme alla malvasia e al moscatello, la Guarnaccia è utilizzata per la produzione del Moscato al governo di Saracena, particolarissimo ed unico vino da dessert. La Guarnaccia è un vitigno di buona vigoria, con epoca di maturazione media (nella terza decade di settembre). Dal punto di vista ampelografico il suo grappolo è medio, allungato, conico, semplice o con un’ala, mediamente compatto. L’acino è medio, da sferoidale ad ellissoidale corto, con ombelico visibile. La buccia ha un colore che varia dal verde-biancastro al giallo-ambrato, molto pruinosa; la sua polpa è succosa, con un sapore gradevole simile al moscato. La Guarnaccia è prevista nei disciplinari calabresi della DOP Terre di Cosenza Pollino e Verbicaro ma è presente anche in quelli degli IGT Calabria, Palizzi, Locride, Arghillà, Pellaro, Scilla, Costa Viola (nella provincia di Reggio Calabria) e anche Valdamato (nella provincia di Catanzaro), Lipuda e Val di Neto (nella provincia di Crotone). Il vino della Guarnaccia vinificata in purezza è di colore giallo paglierino carico e presenta profumi floreali, fruttati, erbacei e minerali. E’ un vino intenso e corposo, di buona freschezza ed acidità.

vitigno guarnaccia
Guarnaccia

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Guarnaccia è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Calabria e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 32 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliCalabria
Superfice vitata nazionale32 ha
SinonimiGranatza
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniCalabria, Lazio
Guarnaccia

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Guarnaccia sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Guarnaccia ha Foglia media, Foglia orbicolare, Foglia pentagonale, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Guarnaccia ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 0 o 1 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Guarnaccia ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia molto pruinosa, Buccia consistente, Buccia di medio spessore e di colore Buccia verde-gialla.

Guarnaccia

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Guarnaccia sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Guarnaccia è di colore Giallo paglierino. Al palato è fine.

Guarnaccia

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Guarnaccia le caratteristiche principali sono:
Guarnaccia

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Guarnaccia risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.