La guida ai vitigni di Quattrocalici

Biancolella

Il vitigno Biancolella e i suoi vini

biancolella vitigno

Il Biancolella è un vitigno a bacca bianca, autoctono della costa e delle isole della Campania, dove è stato introdotto probabilmente dalla Corsica, dove è noto come Petite Blanche e le cui prime barbatelle vi sarebbero state portate dai Greci. Ad Ischia, oltre che a Procida e Capri viene coltivato fin dai tempi antichi, mentre a Ponza fu introdotto all’epoca dei Borboni, così come in Costiera Amalfitana e Sorrentina. La sua storia e gli ottimi risultati ottenuti dai suoi vini fanno si che il Biancolella sia oggi considerato un vero e proprio vitigno autoctono dell’Isola d’Ischia e dei suoi terreni vulcanici. Ischia è infatti stata originata dalle numerose eruzioni vulcaniche che si sono succedute nell’area fin dai tempi più remoti. Sui sedimenti di ceneri e pomice delle prime eruzioni hanno fatto seguito colate di lava e altri eventi. I depositi di tufo verde hanno dato vita al Monte Epomeo e determinato la composizione dei terreni dell’isola.

La natura vulcanica del suolo si rispecchia fedelmente nei vini ottenuti dal Biancolella, che sono minerali, sapidi e possiedono caratteristiche fortemente legate al territorio, determinate dal clima caldo e ventilato e dal terreno minerale di origine vulcanica. I vigneti sono coltivati fino a 500 metri sul livello del mare e le conseguenti escursioni termiche aiutano a sviluppare il corredo aromatico dei vini. Gli acini del Biancolella hanno colore verde chiaro e buccia sottile coperta da un’abbondante pruina. Il vino che se ne ottiene ha un colore giallo paglierino, profumo fruttato con piacevoli note agrumate, di frutta gialla, mandorla e un sottofondo lievemente speziato. Al palato presenta buona freschezza e una vena di sapidità minerale. Il vino ottenuto dal Biancolella si abbina molto bene con la cucina di mare, con primi piatti a base di pesce o vongole, con frutti di mare, crostacei, alici e pesci anche in preparazioni di una certa importanza. Il Biancolella viene spesso assemblato con il Forastera, dai sentori più floreali e di erbe aromatiche. Oltre alla Ischia DOC il Biancolella è presente anche in altre denominazione campane, tra cui Capri DOC, Penisola Sorrentina DOC, Costa D’Amalfi DOC, Campi Flegrei DOC. Il disciplinare prevede per il vino Ischia DOC Biancolella una percentuale minima dell’85% nel vitigno, ma molti produttori preferiscono vinificarlo in purezza.

Biancolella

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Biancolella è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Campania e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 164 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliCampania
Superfice vitata nazionale164 ha
SinonimiJanculella
Anno di registrazione1970
Autorizzato provinceFoggia
Autorizzato regioniLazio, Sardegna
Raccomandato regioniCampania
Biancolella

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Biancolella sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Biancolella ha Foglia media, Foglia orbicolare, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Biancolella ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 0-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Biancolella ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia sottile e di colore verde-gialla.

Biancolella

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Biancolella sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Biancolella è di colore . Al palato è Balsamico.

Biancolella

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Biancolella le caratteristiche principali sono:
Epoca maturazioneMaturazione media
Richiede potaturaPotatura corta, Potatura lunga
VigoriaVigoria bassa
ProduttivitàProduttività discreta
Tipo allevamentoPotature a media espansione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.