Catarratto Bianco Lucido - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno catarratto bianco lucido

Il vitigno Catarratto bianco lucido

Il vitigno Catarratto è presente in Sicilia con due varietà principali: Il Catarratto bianco comune e il Catarratto bianco lucido. Il termine deriva sicuramente dalla sua vigoria e produttività. Il Cattarratto bianco lucido è presente soprattutto nelle province di Trapani, Palermo ed Agrigento. Seppur apprezzato dal pubblico recentemente ha visto diminuire la sua diffusione a vantaggio dei vitigni internazionali più richiesti dal mercato. A questo si aggiunge il fatto che, pur garantendo qualità di produzione migliore, risulta molto meno diffuso rispetto al Catarratto bianco comune. Tuttavia, il lavoro di cantina per riuscire ad esaltare le caratteristiche del vitigno Catarratto non si è mai interrotto ed ha portato ad ottenere vini di notevole pregio.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Catarratto Bianco Lucido B. 59 Catarratto* Sicilia 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Catarratto Bianco Lucido

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Catarratto bianco lucido ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: piccola o media, spesso tondeggiante, quinquelobata.
  • Grappolo: medio, di forma cilindirca, piuttosto allungato, compatto o molto compatto.
  • Acino: piccolo (più piccolo del Catarratto comune) sferoidale o elissoidale Buccia: spessa, pruinosa, di colore giallo-dorato. La sua  polpa è meno dolce del catarratto bianco comune.

Coltura ed allevamento:

I sistemi di allevamento più adatti al vitigno Catarratto bianco lucido sono a media espansione e ad alberello con potatura mista o corta.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Catarratto bianco lucido ha vigoria buona, la produzione è abbondante. L'epoca di maturazione è media.

Caratteristiche vino:

Il Catarratto bianco lucido, vinificato in purezza, dà un vino giallo paglierino carico, quasi giallo-ambrato. Il profumo è spesso lievemente marsaleggiante. In bocca è asciutto e non molto fresco, a meno che non sia stato sottoposto a vendemmia precoce. In questo caso le note olfattive prevalenti sono più delicate, fruttate e floreali.