La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Albarossa

Il vitigno Albarossa

    Il vitigno Albarossa è stato ottenuto nel 1938 da Giovanni Dalmasso incrociando Nebbiolo e Barbera, nel tentativo di fondere in un’unica varietà le caratteristiche e le qualità dei due principali vitigni piemontesi. Il vitigno è conosciuto anche come Incrocio Dalmasso XV/31. In realtà, da indagini sul DNA effettuate qualche anno fa, è emerso che il vero “padre” dell’Albarossa non è il celebre e nobile Nebbiolo, ma il meno conosciuto Chatus (detto anche Nebbiolo di Dronero), vitigno autoctono alpino. Dopo un lungo periodo di sperimentazioni, nel 2001 l’Albarossa è stata iscritta tra i vitigni idonei alla coltivazione nelle province di Asti, Alessandria e Cuneo, suscitando l’interesse di molti produttori, tra cui anche nomi molto famosi, per le sue qualità enologiche e la predisposizione all’affinamento in legno.

    Albarossa

    Informazioni generali sul vitigno Albarossa

      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Anno di registrazione1977
      Autorizzato regioniLiguria, Piemonte

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      Foglia media, Foglia piccola, Pentagonale, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Grappolo mediamente compatto, Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      piccoli, di forma Acini elissoidali, con buccia sottile, Buccia consistente, Buccia pruinosa e di colore rosso scura-violetta.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Albarossa è di colore Rosso rubino, intenso. Al palato è vinoso, Speziato, di corpo.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Denominazioni di riferimento

      DenominazioneTipo denominazioneRegione
      Piemonte DOCDOCPiemonte

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino