L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Terre Tollesi o Tullum DOC


Indice dei contenuti per la denominazione Terre Tollesi o Tullum DOC

La Denominazione

La Terre Tollesi DOC (anche conosciuta come Tullum) è una delle denominazoni meno famose della regione vinicola Abruzzese. La denominazione è stata creata nel luglio 2008 e comprende 15 tipologie di vino, dai bianco e rosso di base, con i loro corrispondenti SuperioreRiserva, un  rosso novello e svariati vini varietali. La piccola zona della denominazione circonda Tollo, una piccola città collinare a 5 km dalla costa adriatica. Il fiume Pescara, il cui corso determina la maggior parte delle collocazioni e delle caratteristiche dei distretti vinicoli dell’Abruzzo, si trova poco più a nord. La città di Chieti è il comune di vino più vicino a Tolloe  si trova sulle rive meridionali di questo fiume (vedi anche Terre di Chieti IGT )

I vini della Terre Tollesi DOC provengono dalle verdi colline ondulate e ricoperte di foreste che si insinuano verso la costa. I vigneti coprono buona parte del terreno intorno alla città. Coprire è un termine appropriato, poiché molte delle viti sono allevate a pergola abruzzese o a tendono piuttosto che a guyot o spalliera. La produzione di uva da tavola è importante in Abruzzo, ma la coltivazione delle uve per le varie DOC d’Abruzzo lo è altrettanto. L’esempio più importante è il Montepulciano d’Abruzzo rosso, seguito dal Trebbiano d’Abruzzo bianco e, a partire dalla vendemmia 2008, dai vini delle Terre Tollesi (Tullum).

I vitigni di base per i vini Terre Tollesi DOC rosso e bianco sono i tipici Abruzzesi: 90% Montepulciano per i rossi e 75% Trebbiano per i bianchi (Trebbiano Toscano o Trebbiano Abruzzese). Per i passiti, il Montepulciano per i rossi, mentre Moscato Bianco e Malvasia Bianca sostituiscono il Trebbiano per i bianchi. Per quanto riguarda i vitigni usati per le tipologie varietali (in purezza), sono stati scelti i vitigni internazionali MerlotCabernet Sauvignon e Sangiovese, mentre per le tipologie di bianco gli autoctoni Pecorino Passerina, oltre alla Falanghina. Lo Chardonnay è diffuso a Tollo come in altre zone d’Italia, ma qui è limitato all’impego negli spumanti Terre Tollesi DOC. La menzione superiore può essere applicata ai vini bianchi con un grado alcolico leggermente superiore, ottenuti da vigneti che producono al massimo 100 quintali per ettaro anziché 130 consentiti per il bianco di base. I rossi Terre Tollesi DOC Riserva, oltre ai limiti di resa, devono essere invecchiati per due anni di cui almeno 6 mesi in botte.

Dettagli della denominazione

Creata nel2008
RegioneAbruzzo
ProvincieChieti
Tipo di denominazioneDOC
MerceologiaVino

I produttori del territorio

Argomenti correlati

  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino