La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Uva di Troia lascia ipotizzare la sua origine nell'Asia minore, dove appunto sorgeva la città di Troia. Troia (piccolo paese in provincia di Foggia)  è stata  molto probabilmente fondata da coloni greci provenienti dall'Asia minore. Altre ipotesi richiamano una sua provenienza albanese dalla città di Cruja. L'Uva di Troia è un vitigno abbondantemente coltivato lungo la zona litoranea pugliese, nella zona di Barletta e nella provincia di Bari. Ne esistono almeno due differenti biotipi: uno con grappolo ed acini più grandi, l'altro più piccoli. Quest'ultimo è noto in zona come "Carmosina" ed è quello che ha le caratteristiche enologiche più promettenti.

Sommarello

Informazioni sul vitigno

Colore baccanera
Categoria vitignilocali
SinonimiNero di Troia
Anno di registrazione1970
Autorizzato provinceCaserta

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

media, pentagonale, pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

mediamente compatto, compatto, lungo, piramidale. Ali nel grapppolo: 0-1.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, di forma sferoidale, con buccia spessa, consistente, pruinosa e di colore blu-nera.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Uva di Troia è di colore Rosso rubino con riflessi violacei. Al palato è Caldo, fruttato, speziato, di corpo, rotondo.

Caratteristiche colturali e produttive

Epoca maturazionemedia
Vigoriaelevata
Produttivitàdiscreta, regolare

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri & Accessori