La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Aglianicone e i suoi vini

    L’Aglianicone è un vitigno a bacca nera coltivato nelle regioni Basilicata, Campania e Puglia. L’origine del nome Aglianicone sembrerebbe derivare dal vitigno Aglianico. Per lungo tempo, infatti, i vari tipi di Aglianico venivano inclusi in un’unica grande famiglia. Anche l’Aglianicone, citato per la prima volta dall’Acerbi nel 1825, è stato pertanto a lungo considerato una sottovarietà dell’Aglianico. La confusione è stata successivamente alimentata a causa della differenziazione che ad un certo punto è stata introdotta in due tipi differenti in base alla provenienza: uno in provincia di Benevento e un altro nelle province di Avellino, Caserta (Aglianica di Caiazzo) e Salerno (Aglianico Bastardo o Ruopolo). Finalmente, l’Aglianicone è stato iscritto nel Registro Nazionale come varietà autonoma nel 1971, ma i dubbi sono rimasti.

    vitigno aglianicone

    Più di recente è stata invece esclusa la parentela con l’Aglianico ed è stata ipotizzata probabile identità tra Aglianicone e Ciliegiolo. Col tempo l’Aglianicone è stato quasi abbandonato e raramente utilizzato in nuovi per vigneti. Recentemente però, alcuni viticoltori della provincia di Salerno hanno mostrato rinnovato interesse verso questo vitigno, che è stato inserito nella base ampelografica della Castel San Lorenzo DOC. Le qualità organolettiche dell’Aglianicone non sono comunque tali da renderlo interessante di per sè stesso. Il vitigno esprime la sua maggiore utilità in uvaggi e nei vini da tavola.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Aglianicone

      Il vitigno Aglianicone è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera della regione Campania, registrato ufficialmente dal 1971. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 62 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Superfice vitata nazionale62 ha
      Anno di registrazione1971
      Autorizzato provinceBari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto
      Autorizzato regioniBasilicata, Campania

      Aglianicone - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Aglianicone sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Aglianicone ha Foglia media, grande, Pentagonale, Pentalobata, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Aglianicone ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 0 o 1 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Aglianicone ha acini dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente, spessa e di colore blu-nera.

      Aglianicone - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Aglianicone sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Aglianicone è di colore Rosso rubino, intenso. Al palato è sapido, tannico, di corpo.

      Aglianicone - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Aglianicone le caratteristiche principali sono:

      Aglianicone - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Aglianicone risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione