La guida ai vitigni di Quattrocalici

Centesimino

Il vitigno Centesimino e i suoi vini

centesimino vitigno

Il vitigno Centesimino è autoctono delle colline di Faenza, in provincia di Ravenna. Ad oggi, rimane coltivato in una zona circoscritta, compresa tra le provincie di Ravenna e Forlì-Cesena. Il nome particolare del vitigno, Centesimino, sembra coincida con il soprannome dato al primo viticoltore che ne iniziò l’allevamento, negli anni ’60 del secolo scorso, partendo da una pianta scampata al flagello della fillossera, proveniente da vecchie vigne che non erano state ancora ricostruite negli anni ’30. Sembra che in origine queste viti fossero arrivate in Romagna dalla Spagna, vista anche la presenza, in alcuni vigneti della zona, di viti denominate Alicante (“Alicante del Faentino”) coltivate insieme al cosiddetto  “Savignòn Rosso”, come veniva anche localmente chiamato il Centesimino, per via delle sue note di aromaticità erbacea che ricordano la forza prorompente del Sauvignon. Anche il Centesimino, infatti, può considerarsi un vitigno semiaromatico.

Il Centesimino  ha una foglia medio-grande, pentagonale e pentalobata. Il suo grappolo a maturità è medio piccolo, piramidale e mediamente compatto, con acini sferici e di media grandezza. La loro buccia è mediamente pruinosa e di colore blu-nero e la polpa è tendenzialmente molle, non colorata e senza sapori particolari. Dal punto di vista agronomico, il Centesimino presenta una vigoria leggermente inferiore a quella del Sangiovese e una inferiore produttività. La sua maturazione tardiva gli consente di sfuggire più facilmente ad eventuali gelate primaverili. E’ sensibile alla peronospora, ma non particolarmente ai marciumi. Ha buona capacità di appassimento sulla pianta, che permette di posticipare la raccolta e di produrre anche interessanti vini passiti. Il vino prodotto con il Centesimino in purezza presenta un buon livello di acidità, è ben strutturato e in grado di sostenere anche un certo invecchiamento. Si presenta con un bel colore rosso rubino cupo, intenso con riflessi violacei se giovane e sfumature granate se invecchiato. Al naso è floreale (fiori d’arancio, rosa, viola), speziato (anice, liquirizia, vaniglia) e fruttato (bacche rosse, mora, lampone, cassis, fragola, ciliegia). Al palato, il Centesimino è secco, con sottile freschezza e giusta tannicità, mai aggressiva. Ha buona struttura ed equilibrio ed è caratterizzato da una elevata persistenza gusto-olfattiva.

centesimino vitigno

Il vitigno Centesimino è autoctono delle colline di Faenza, in provincia di Ravenna. Ad oggi, rimane coltivato in una zona circoscritta, compresa tra le provincie di Ravenna e Forlì-Cesena. Il nome particolare del vitigno, Centesimino, sembra coincida con il soprannome dato al primo viticoltore che ne iniziò l’allevamento, negli anni ’60 del secolo scorso, partendo da una pianta scampata al flagello della fillossera, proveniente da vecchie vigne che non erano state ancora ricostruite negli anni ’30. Sembra che in origine queste viti fossero arrivate in Romagna dalla Spagna, vista anche la presenza, in alcuni vigneti della zona, di viti denominate Alicante (“Alicante del Faentino”) coltivate insieme al cosiddetto  “Savignòn Rosso”, come veniva anche localmente chiamato il Centesimino, per via delle sue note di aromaticità erbacea che ricordano la forza prorompente del Sauvignon. Anche il Centesimino, infatti, può considerarsi un vitigno semiaromatico.

Il Centesimino  ha una foglia medio-grande, pentagonale e pentalobata. Il suo grappolo a maturità è medio piccolo, piramidale e mediamente compatto, con acini sferici e di media grandezza. La loro buccia è mediamente pruinosa e di colore blu-nero e la polpa è tendenzialmente molle, non colorata e senza sapori particolari. Dal punto di vista agronomico, il Centesimino presenta una vigoria leggermente inferiore a quella del Sangiovese e una inferiore produttività. La sua maturazione tardiva gli consente di sfuggire più facilmente ad eventuali gelate primaverili. E’ sensibile alla peronospora, ma non particolarmente ai marciumi. Ha buona capacità di appassimento sulla pianta, che permette di posticipare la raccolta e di produrre anche interessanti vini passiti. Il vino prodotto con il Centesimino in purezza presenta un buon livello di acidità, è ben strutturato e in grado di sostenere anche un certo invecchiamento. Si presenta con un bel colore rosso rubino cupo, intenso con riflessi violacei se giovane e sfumature granate se invecchiato. Al naso è floreale (fiori d’arancio, rosa, viola), speziato (anice, liquirizia, vaniglia) e fruttato (bacche rosse, mora, lampone, cassis, fragola, ciliegia). Al palato, il Centesimino è secco, con sottile freschezza e giusta tannicità, mai aggressiva. Ha buona struttura ed equilibrio ed è caratterizzato da una elevata persistenza gusto-olfattiva.

vitigno centesimino
Centesimino

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Centesimino è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Emilia-Romagna e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 2004. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 24 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliEmilia-Romagna
Superfice vitata nazionale24 ha
Anno di registrazione2004
Autorizzato regioniEmilia-Romagna
Centesimino

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Centesimino sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Centesimino ha Foglia media, Foglia grande, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Centesimino ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Centesimino ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa e di colore Buccia blu-nera.

Centesimino

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Centesimino sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Centesimino è di colore Rosso rubino, . Al palato è fresco, Floreale, Speziato, tannico.

Centesimino

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Centesimino le caratteristiche principali sono:
Centesimino

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Centesimino risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.