Freisa - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno freisa

Il vitigno Freisa

Il vitigno Freisa è diffuso in gran parte della regione Piemonte: dalle zone del Monferrato Astigiano e Casalese, alla Langa Cuneese; dalle colline Torinesi alle colline del Saluzzese, del Pinerolese, del Canavese e del Novarese. È un vitigno rustico, ideale in quest'area di scarse precipitazioni estive. Il Freisa ha una storia di almeno 500 anni. Le prime documentazioni su questa varietà di uva risalgono ben a cinque secoli fa. All'inizio del 1500 infatti delle carrate di fresie, sono citate in una tariffa di pedaggio di Pancalieri, in provincia di Torino. Sono documentate almeno due varietà del vitigno Freisa: La Freisa Piccola, meno produttiva e più adatta alle zone collinari, e la Freisa Grossa, più produttiva ma qualitativamente meno pregiata.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Osservazione regioni Anno ins. Gruppi
Freisa N. 88 Vicenza Lombardia Piemonte, Valle d'Aosta Basilicata 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Freisa

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Freisa ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: medio-piccola, cuneiforme più spesso dotata di tre lobi.
  • Grappolo: medio, poco compatto, cilindrico allungato, con un'ala spesso lungamente peduncolata
  • Acino: medio-piccolo, ovale o sub-rotondo Buccia: molto pruinosa, sottile e resistente.

Coltura ed allevamento:

Il Freisa necessita di potature lunghe e ricche: tradizionalmente viene allevato a controspalliera, e nel caso del Guyot il capo a frutto è di 12-14 gemme.

Caratteristiche produzione:

Il Freisa un vitigno caratterizzato da una medio-elevata vigoria e presenta produttività di media entità.

Caratteristiche vino:

Le uve del vitigno Freisa sono dotate di buona tannicità e conferiscono al vino un gradevole profumo fruttato con sentori di lampone e di rosa, caratteristica che viene esaltata nell'ottenimento di vini vivaci. La loro buona dotazione di colore e struttura, permette l’ottenimento di vini fermi destinati anche ad un moderato invecchiamento.