La guida ai vitigni di Quattrocalici

Nuragus

Il vitigno Nuragus e i suoi vini

nuragus vitigno

Il Nuragus è il vitigno a bacca bianca più coltivato in Sardegna pur con una graduale tendenza ad una riduzione delle superfici, che sono arrivate a contare fino al 40% dell’estensione totale dei vigneti dell’isola. Il Nuragus è presente soprattutto nelle province di Cagliari e Oristano dove si estende su una superficie di circa 3.300 ettari. La sua origine è molto antica ed è dovuta con molta probabilità ai navigatori fenici che per primi raggiunsero l’isola. La notevole diffusione che questo vitigno ha avuto negli anni passati va ricercata nella sua rusticità, nella adattabilità ad ogni tipo di terreno e, soprattutto, nella sua generosità produttiva. Il Nuragus è stato favorito dall’estrema facilità di coltivazione quando si sono dovuti reimpiantare i vigneti dopo la crisi fillosserica dell’Ottocento. Il sistema di allevamento tradizionale è l’alberello, ma con sistemi a spalliera il vino sembra guadagnare  in qualità.

Il Nuragus viene vinificato generalmente in purezza, pur non mancando gli assemblaggi con altre uve locali, in particolare per ottenere vini fortificati e per vini base per i Vermouth. Dal 1975 inoltre il vitigno possiede una sua propria denominazione, il Nuragus di Cagliari DOC, anche nelle versioni frizzante e amabile. Viene anche utilizzato per la spumantistica, anticipando le vendemmie per ottenere uve con acidità naturale maggiore. In purezza, il vino del Nuragus è di colore paglierino tenue con sfumature verdoline. Al naso ha toni floreali, di fiori bianchi, e fruttati, di mela verde, oltre a sottili sfumature di agrumi. Al palato è discretamente alcolico, con un buon equilibrio freschezza-sapidità. Secco o amabile, può essere abbinato a fritti di pesce, crostacei o molluschi, ma anche a zuppe saporite, sempre a base di pesce.

nuragus vitigno

Il Nuragus è il vitigno a bacca bianca più coltivato in Sardegna pur con una graduale tendenza ad una riduzione delle superfici, che sono arrivate a contare fino al 40% dell’estensione totale dei vigneti dell’isola. Il Nuragus è presente soprattutto nelle province di Cagliari e Oristano dove si estende su una superficie di circa 3.300 ettari. La sua origine è molto antica ed è dovuta con molta probabilità ai navigatori fenici che per primi raggiunsero l’isola. La notevole diffusione che questo vitigno ha avuto negli anni passati va ricercata nella sua rusticità, nella adattabilità ad ogni tipo di terreno e, soprattutto, nella sua generosità produttiva. Il Nuragus è stato favorito dall’estrema facilità di coltivazione quando si sono dovuti reimpiantare i vigneti dopo la crisi fillosserica dell’Ottocento. Il sistema di allevamento tradizionale è l’alberello, ma con sistemi a spalliera il vino sembra guadagnare  in qualità.

Il Nuragus viene vinificato generalmente in purezza, pur non mancando gli assemblaggi con altre uve locali, in particolare per ottenere vini fortificati e per vini base per i Vermouth. Dal 1975 inoltre il vitigno possiede una sua propria denominazione, il Nuragus di Cagliari DOC, anche nelle versioni frizzante e amabile. Viene anche utilizzato per la spumantistica, anticipando le vendemmie per ottenere uve con acidità naturale maggiore. In purezza, il vino del Nuragus è di colore paglierino tenue con sfumature verdoline. Al naso ha toni floreali, di fiori bianchi, e fruttati, di mela verde, oltre a sottili sfumature di agrumi. Al palato è discretamente alcolico, con un buon equilibrio freschezza-sapidità. Secco o amabile, può essere abbinato a fritti di pesce, crostacei o molluschi, ma anche a zuppe saporite, sempre a base di pesce.

vitigno nuragus
Nuragus

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Nuragus è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Sardegna e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 1350 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliSardegna
Superfice vitata nazionale1350 ha
Anno di registrazione1970
Raccomandato regioniSardegna
Nuragus

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Nuragus sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Nuragus ha Foglia media, Foglia orbicolare, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Nuragus ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Nuragus ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sub-ovoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente, Buccia spessa e di colore Buccia verde-gialla.

Nuragus

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Nuragus sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Nuragus è di colore . Al palato è Fresco, Floreale, .

Nuragus

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Nuragus le caratteristiche principali sono:
Nuragus

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Nuragus risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
DenominazioneTipo denominazioneRegione
Nuragus di Cagliari DOCDOCSardegna

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.