La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Dolcetto ha origine contesa tra il Piemonte, in particolare il Monferrato e la Liguria, dove è noto come Ormeasco. Se ne hanno notizie certe solo nel XVIII sec. ad Acqui e ad Alessandria. La stessa origine del nome non è certa: l'ipotesi prevalente ritiene che derivi dall'elevata dolcezza dell'uva matura: infatti, mentre Barbera e Nebbiolo si presentano più acida la prima e più duro per via dei tannini il secondo, il Dolcetto presenta bassa acidità e bouquet suadente, tanto da risultaremolto più morbido al palato. Una seconda tesi ritiene che derivi dall'espressione piemontese per indicare dosso o collina (dosset).

Dolcetto

Informazioni sul vitigno

Colore baccanera
Categoria vitignilocali
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniAbruzzo, Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Sardegna, Umbria
Raccomandato regioniPiemonte, Valle d’Aosta

Ampelografia

Caratteristiche della foglia

media, pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

spargolo, lungo, conico. Ali nel grapppolo: 1.

Caratteristiche dell'acino

dimensione media, di forma sferoidale, con buccia sottile, pruinosa e di colore blu-nera.

Caratteristiche vino

Il vino che si ottiene dal vitigno Dolcetto è di colore Rosso rubino con riflessi violacei. Al palato è secco, morbido, rotondo, fruttato.

Caratteristiche colturali e produttive

Epoca maturazioneprecoce, media
Vigoriamoderata
Produttivitàdiscreta

Argomenti correlati

  • Seguici sui social network

  • Contatta Quattrocalici

  • Supporta Quattrocalici

    Trovi utile il nostro sito?

    Partecipa attivamente alla costruzione del nostro portale con una piccola donazione

    Supporta Quattrocalici
  • Le regioni d’Italia

  • Libri & Accessori