Perera - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno perera

Il vitigno Perera

Il vitigno Perera  è conosciuto nella zona di Valdobbiadene anche come "Pevarise". Era un tempo molto presente in questa zona, soprattutto a Santo Stefano e a San Pietro di Barbozza e particolarmente ricercato  per la bontà delle sue bacche. Il nome è dovuto probabilmente al gusto particolare (di pera) della polpa dell'acino, oppure alla forma che richiama una pera rovesciata. Il vitigno Perera è stato particolarmente colpito dal fenomeno filosserico, tanto da essere praticamente scomparso. Riscoperto, il vitigno Perera è per lo più vinificato in uvaggio col Verdiso e la Glera nelle denominazioni DOC e DOCG di produzione del vino Prosecco.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Perera B. 331 Treviso 1994 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Perera

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Perera ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: medio-grande, pentagonale, trilobata
  • Grappolo: medio-grande, conico o piramidale, con una o due ali, di media compattezza
  • Acino: medio, sferoidale Buccia: molto pruinosa, di colore giallo-dorato

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Perera ha notevole vigoria ed epoca di maturazione tardiva. La sua produzione è poco regolare perchè spesso interessato a fenomeni di acinellatura.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Perera dà un vino di colore giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso è fruttato ed intenso, in bocca sapido, pieno ed armonico.