Malbech - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno malcbech

Il vitigno Malbech

Il vitigno Malbech è di origine francese, molto diffuso nel bordolese. Sembra che il suo nome derivi dal nome del proprietario che per primo lo impiantò nel Medoc. Anche in Italia era molto coltivato fino a qualche tempo fa, poi, più di recente, l'aumento di interesse nei confronti del Cabernet e del Merlot ne hanno fatto ridurre notevolmente le superfici vitate. Il Malbech sembra essere giunto in Italia intorno verso la metà dell'800, ma solo nel 1881 il Conte Provana di Collegno (Torino) illustra il Malbech all'esposizione ampelografica di Pinerolo. Attualmente è coltivato nel Veneto e in Friuli, e più marginalmente in altre regioni italiane. Molto spesso il Malbech viene confuso con delle selezioni clonali particolari di Merlot.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Malbech N. 127 Bari, Brindisi, Foggia, Gorizia, Lecce, Pordenone, Taranto, Udine Abruzzo, Sardegna, Siclia, Toscana, Umbria Padova, Treviso, Venezia 1971 Internazionali, Locali

Caratteristiche del vitigno Malbech

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Malbech ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: di grandi dimensioni, orbicolare, intera o trilobata.
  • Grappolo: medio o grosso, piramidale, alato, mediamente compatto.
  • Acino: medio-grosso, sferico Buccia: consistente, di colore nero-blu, con discreta quantità di pruina.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Malbech può essere allevato sia con potature lunghe che corte. Predilige sistemi di allevamento espanso con portinnesti deboli, e terreni ideali argilloso-calcarei, compatti e asciutti.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Malbech ha produttività che risente degli andamenti stagionali. E' facilmente soggetto a colatura e acinellatura, anche gravi in caso di forte umidità primaverile; è sensibile alle gelate.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Malbech dà un vino rosso rubino con intensità polifenolica variabile. Al naso è generalmente presenta una nota erbacea, mentre al palato è poco tannico e poco fresco, ma solitamente di buona qualità. In genere viene utilizzato in uvaggi con Merlot, Gamay e Cabernet, più di raramente lo si trova in purezza.