La guida ai vitigni di Quattrocalici

Lambrusco Oliva

Il vitigno Lambrusco Oliva e i suoi vini

lambrusco oliva vitigno

Il Lambrusco Oliva è un vitigno della famiglia dei Lambruschi, uno dei molti coltivati in Emilia-Romagna. Come le altre varietà appartenenti alla stessa famiglia deriva probabilmente da viti vinifere selvatiche, che crescevano abbondantemente in maniera spontanea nei colli dell’Appennino e che erano chiamate dai latini “Labrusca vitis“. Queste uve erano anche dette anche “uzeline” o “oseline” per il fatto che, crescendo spontaneamete al limitare dei boschi, venivano depredate dagli uccelli che ne erano ghiotti. Il nome “Oliva” deriva probabilmente dalla forma elissoidale dei suoi acini. Oggi il Lambrusco Oliva sopravvive solo in pochi vecchi vigneti della pianura modenese e reggiana. Dalle sue uve si ottiene un mosto poco feccioso, abbastanza colorato e di buona qualità. Si impiega per lo più in uvaggio con gli altri Lambruschi, per conferire struttura al vino.

Il Lambrusco Oliva è un vitigno abbastanza vigoroso, con produzione non sempre regolare. Si adatta bene alla potatura corta. Il Lambrusco Oliva presenta un grappolo medio piccolo, piramidale, corto e spesso troncato, con un numero di ali variabile da 1 a 3, non particolarmente compatto. L’acino è piccolo, di colore blu nero, forma ellittica, con buccia pruinosa. Il Lambrusco Oliva produce un vino ben colorato, dall’aroma intenso ma particolare, delicato, fruttato, mediamente alcoolico, acidulo, leggermente tannico. Viene vinificato spesso in uvaggio con gli altri Lambruschi, di cui contribuisce a migliorare la struttura (quali il Lambrusco Marani e il Lambrusco salamino) o il colore. Produce un vino da consumare giovane, specialmente nelle tipologie amabile e frizzante.

lambrusco oliva vitigno

Il Lambrusco Oliva è un vitigno della famiglia dei Lambruschi, uno dei molti coltivati in Emilia-Romagna. Come le altre varietà appartenenti alla stessa famiglia deriva probabilmente da viti vinifere selvatiche, che crescevano abbondantemente in maniera spontanea nei colli dell’Appennino e che erano chiamate dai latini “Labrusca vitis“. Queste uve erano anche dette anche “uzeline” o “oseline” per il fatto che, crescendo spontaneamete al limitare dei boschi, venivano depredate dagli uccelli che ne erano ghiotti. Il nome “Oliva” deriva probabilmente dalla forma elissoidale dei suoi acini. Oggi il Lambrusco Oliva sopravvive solo in pochi vecchi vigneti della pianura modenese e reggiana. Dalle sue uve si ottiene un mosto poco feccioso, abbastanza colorato e di buona qualità. Si impiega per lo più in uvaggio con gli altri Lambruschi, per conferire struttura al vino.

Il Lambrusco Oliva è un vitigno abbastanza vigoroso, con produzione non sempre regolare. Si adatta bene alla potatura corta. Il Lambrusco Oliva presenta un grappolo medio piccolo, piramidale, corto e spesso troncato, con un numero di ali variabile da 1 a 3, non particolarmente compatto. L’acino è piccolo, di colore blu nero, forma ellittica, con buccia pruinosa. Il Lambrusco Oliva produce un vino ben colorato, dall’aroma intenso ma particolare, delicato, fruttato, mediamente alcoolico, acidulo, leggermente tannico. Viene vinificato spesso in uvaggio con gli altri Lambruschi, di cui contribuisce a migliorare la struttura (quali il Lambrusco Marani e il Lambrusco salamino) o il colore. Produce un vino da consumare giovane, specialmente nelle tipologie amabile e frizzante.

Lambrusco Oliva

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Lambrusco Oliva è uno dei  Vitigni locali a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Emilia-Romagna e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 2001. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 112 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni locali
Regioni Italiane principaliEmilia-Romagna
Superfice vitata nazionale112 ha
Famiglia vitigniLambruschi
Anno di registrazione2001
Autorizzato regioniEmilia-Romagna
Lambrusco Oliva

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Lambrusco Oliva sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Lambrusco Oliva ha Foglia media, Foglia cuneiforme, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Lambrusco Oliva ha Grappolo mediamente compatto, Grappolo corto, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1-3 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Lambrusco Oliva ha acini Acini piccoli, di forma Acini elissoidali, con buccia Buccia pruinosa e di colore Buccia blu-nera.

Lambrusco Oliva

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Lambrusco Oliva sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Lambrusco Oliva è di colore Rosso rubino. Al palato è Fresco, vinoso, leggero.

Lambrusco Oliva

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Lambrusco Oliva le caratteristiche principali sono:
Lambrusco Oliva

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Lambrusco Oliva risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.