L'Atlante delle Denominazioni di origine di Quattrocalici.it

Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

 

La denominazione di origine "Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG" è una delle più importanti DOCG della regione Veneto, per le province di Padova. Esiste dal 1995 (DOC) ed è passata a DOCG dal 2011. I vini della Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG vengono prodotti a partire dai vitigni Raboso Piave. Visualizza tutte le DOCG della regione Veneto sulla Guida alle Denominazioni di Origine dei Vini d'Italia di Quattrocalici.it

tipologie vini ammesse per la Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

  • “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli" (anche nelle tipologie riserva e vendemmia tardiva),
  • “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli" classico (anche nelle tipologie riserva e vendemmia tardiva)
  • “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli" passito
  • “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli" classico passito.

il dettaglio per le tipologie vini della Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

Link alle pagine delle tipologie vini:

Di seguito riportiamo i link a tutte le tipologie della Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG. Cliccando ciascun link si accederà alla pagina della tipologia con tutte le caratteristiche organolettiche e di vinificazione previste dal diciplinare.

Zone di produzione per i vini della Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

  • 1. La zona di produzione delle uve per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata  e garantita “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli", comprende l’intero territorio dei comuni di: Agna, Arre, Bagnoli di Sopra, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Due Carrare, Cartura, Conselve, Monselice, Pernumia, S. Pietro Viminario, Terrassa e Tribano, tutti in provincia di Padova.
  • 2. La zona di produzione delle uve per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli", designabili con la specificazione classico interessa l’intero territorio del comune di Bagnoli di Sopra.

i dettagli della base ampelografica per la Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

  • Raboso Piave in misura non inferiore al 90%.
  • Altri vitigni a frutto a bacca rossa, idonei alla coltivazione nella provincia di Padova, in misura non superiore al 10%.

le norme per la viticoltura nella Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

  • I vigneti piantati dopo l’approvazione del presente disciplinare dovranno avere un minimo di 2.500 piante per ettaro.
  • Sono ammesse le forme a controspalliera semplice e a cortina doppia; sono vietate invece le forme di allevamento espanse.
  • E' consentita l’irrigazione di soccorso.

le norme per la vinificazione e l'affinamento dei vini per la Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

Nella preparazione dei vini diversi dalla tipologia passito e vendemmia tardiva possono essere utilizzate uve sottoposte ad appassimento fino ad un massimo del 50% dell’intera partita.

La menzione "Vendemmia Tardiva" è riservata esclusivamente al vino a denominazione di origine controllata e garantita “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli", prodotto con almeno il 60% delle uve raccolte e vinificate, come è tradizione, dopo l'"Estate di San Martino" (11 Novembre).

I vini a denominazione di origine controllata e garantita “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli", diversi dalla tipologia passito, devono essere sottoposti ad invecchiamento che dovrà essere di almeno 24 mesi di cui almeno 12 mesi in botti per la versione riserva, 12 mesi per gli altri vini, a decorrere dal 1° novembre dell'anno di produzione delle uve.

Il vino a denominazione di origine controllata e garantita “Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli" passito (anche con la specificazione classico) non potrà essere immesso al consumo prima di un periodo di maturazione ed affinamento di almeno due anni in botti, a decorrere dal 1° novembre dell'anno di produzione delle uve. Durante questo periodo, che precede la messa in bottiglia, il vino può compiere una fermentazione lenta che si attenua nei mesi freddi.

 

le caratteristiche dei vini inclusi nella Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

“Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli" (anche nella tipologia vendemmia tardiva):

  • colore: rosso rubino se giovane, tendente al granato con l'invecchiamento;
  • odore: vinoso, intenso, caratteristico;
  • sapore: asciutto, pieno,vellutato, intenso, tendente all’acidulo;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50 % e 12,50 % nella versione riserva;
  • acidità totale minima: 5,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 24,0 g/l e 26,0 g/l nella versione riserva

“Bagnoli Friularo” o "Friularo di Bagnoli" passito:

  • colore: rosso rubino più o meno intenso, tendente al granato con l’invecchiamento;
  • odore: caratteristico, gradevole;
  • sapore: da amabile a dolce, vellutato, caratteristico;
  • titolo alcolometrico volumico effettivo minimo: 12,50%;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 15,50%;
  • acidità totale minima: 5,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 30,0 g/l.

Produttori ubicati nel territorio della Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli DOCG

Seleziona un produttore dall'elenco o dalla tabella
Produttore Comune Provincia
Borin Vini e Vigne Monselice Padova
Il Dominio Bagnoli di Sopra Padova
Castello di Lispida Monselice Padova
Urbano Salvan Due Carrare Padova