La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Petite Arvine

Il vitigno Petite Arvine

    Il vitigno Petite Arvine è originario del Vallese, in Svizzera, da cui si è diffuso anche in Valle d’Aosta. Secondo una recente ricerca dell’Istituto Svizzero Changin, deriverebbe invece dal ceppo Prié (vedi Prié blanc), autoctono a sua volta proprio della Valle d’Aosta, coltivato in parte anche in Francia. Il vitigno Petite Arvine è così chiamato per via della dimensione dei suoi acini. Ha una particolare predisposizione alla coltivazione in quota, e per questo viene anche soprannominato “vite dei ghiacciai”. Sicuramente adatto all’ambiente valdostano, dunque, è un vitigno che si contraddistingue per l’elevata intensità e piacevolezza dei suoi vini, oltre che per una spiccata predisposizione all’invecchiamento.

    Petite Arvine

    Informazioni generali sul vitigno Petite Arvine

      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Anno di registrazione1981
      Autorizzato regioniValle d’Aosta

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      Foglia media, grande, Pentagonale, Orbicolare.

      Caratteristiche del grappolo

      Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 2 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      piccoli, di forma Sferoidale, con buccia sottile, Buccia consistente, Buccia pruinosa e di colore verde-gialla.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Petite Arvine è di colore Giallo paglierino, intenso. Al palato è intenso, Floreale, di corpo.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Denominazioni di riferimento

      DenominazioneTipo denominazioneRegione
      Valle d’Aosta o Vallée d’Aoste DOCDOCValle d’Aosta

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino