La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Monastrell (Mourvèdre) e i suoi vini

    Il Monastrell (Mourvèdre) è un vitigno a bacca nera originario della Spagna, dove attualmente viene coltivato in tutto il paese. Conosce una certa diffusione anche nel sud della Francia, soprattutto in Provenza, dove nella zona di Bandol dà vita a vini rossi tannici e ai famosi rosati, conosciuti in tutto il mondo, ma anche nella Valle del Rodano meridionale, dove rientra negli uvaggi dei vini della Côtes du Rhône e del Chateauneuf-du-Pape. Lo si può trovare anche in California e nell’Australia meridionale. Una caratteristica tipica del Monastrell (Mourvèdre) sono l’intensa profumazione, fruttata e speziata, così come i suoi forti tannini e per questo motivo è un’uva particolarmente adatta agli assemblaggi. Il più famoso di questi è il GSM (GrenacheSyrahMourvedre) nel quale si combina con la vivacità della Grenache e la struttura e gli aromi speziati dello Syrah.

    monastrell mourvedre vitigno

    Anche Carignan e Cinsault vengono spesso assemblati con il Monastrell (Mourvèdre) e con essi vengono anche realizzati dei veri e propri uvaggi, dal momento che crescono in luoghi simili e maturano quasi contemporaneamente. Gli esempi di vini ottenuti da Monastrell (Mourvèdre) in purezza sono piuttosto rari e costituiscono per lo più delle sperimentazioni.

    In Spagna, suo paese d’origine, il Monastrell (Mourvèdre) un tempo rappresentava la seconda varietà di uva a bacca nera più coltivata dopo la Garnacha, ma più recentemente ha ceduto il passo ad uve più “modaiole” come il Tempranillo e il Cabernet Sauvignon. Lo troviamo in particolare nelle denominazioni di origine della Murcia (Bullas, Jumilla e Yecla) nella zona di Valencia ed Alicante e in Catalogna.

    Il Monastrell (Mourvèdre) ha grappoli compatti, di forma conica e con una piccola ala. Gli acini sono piccoli e dalla buccia spessa, cosa che garantisce resistenza alle piogge autunnali e ai suoi vini colore intenso ed elevata tannicità. La sua germogliazione e maturazione tardiva contribuisce a renderlo adatto ai climi più caldi e secchi, sufficientemente ventosi per proteggerlo dai rischi dell’oidio e della peronospora. E’ una varietà vigorosa, il cui fogliame abbondante può ombreggiare i grappoli e pertanto richiede al viticoltore grande impegno per la gestione della chioma.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Monastrell (Mourvèdre)

      Il vitigno Monastrell (Mourvèdre) è un vitigno internazionale a Bacca nera la cui origine è Spagna ed è diffuso principalmente in Francia, Australia, California, Sud Africa, Argentina. In Italia viene coltivato principalmente nella regione e vi è registrato ufficialmente dal . La sua superficie coltivata a livello italiano ammonta a 54.000 ha, mentre a livello mondiale ammonta a 68.000 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Nazione o zona di origineSpagna
      Coltivato inFrancia, Australia, California, Sud Africa, Argentina
      Superfice vitata nazionale54.000 ha
      Superfice vitata mondiale68.000 ha

      Monastrell (Mourvèdre) - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Monastrell (Mourvèdre) sono:

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Monastrell (Mourvèdre) ha Grappolo compatto, Grappolo piccolo, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Monastrell (Mourvèdre) ha acini Acini molto piccoli, di forma Sferoidale, con buccia Buccia consistente, spessa e di colore blu-nera.

      Monastrell (Mourvèdre) - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Monastrell (Mourvèdre) sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Monastrell (Mourvèdre) è di colore Rosso rubino con riflessi granati, scuro. Al palato è Fruttato, Speziato, di corpo, tannico.

      Monastrell (Mourvèdre) - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Monastrell (Mourvèdre) le caratteristiche principali sono:
      Predilige climaClima caldo
      Predilige posizioneEsposizione buona, Zone collinari
      Epoca maturazioneMaturazione tardiva
      VigoriaVigoria elevata
      ProduttivitàProduttività discreta
      Sensibilità conosciuteOidio, Peronospora

      I Libri di Quattrocalici

      my wines quaderno degustazione

      My♥Wines

      Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

      conoscere il vino - il libro

      Conoscere il Vino  - Il Libro

      "Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...