La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Casavecchia e i suoi vini

    Il vitigno Casavecchia ha origini poco conosciute. Sicuramente è un autoctono campano, diffuso soprattutto in provincia di Caserta. Una leggenda tramandata tra i contadini ne fa risalire la scoperta in un vecchio rudere noto come  “’a casa vecchia”. Lì fu rinvenuto agli inizi del ‘900 un vecchio ceppo sopravvissuto alle epidemie di oidio e fillossera dell’800, capostipite quindi dell’odierno vitigno Casavecchia. La zona di produzione del Casavecchia si trova nel Nord della provincia di Caserta ed è compresa tra i comuni di Pontelatone, Formicola, Liberi e Castel di Sasso. Il legame territoriale del vitigno è molto forte e la sua adattabilità ad altre aree è molto scarsa.

    casavecchia vitigno

    Il Casavecchia è un vitigno “misterioso”, infatti nessun ampelografo né ha mai parlato e nonostante i progressi nella mappatura genetica dei vitigni, il Casavecchia presenta caratteristiche molto originali ed è escluso che possa essere un clone di un altro vitigno. L’unico legame del Casavecchia con l’antica viticoltura Campana è che l’antica località romana  “Trebula baliniensis” coincide con l’area della sua produzione, facendo pensate che il vitigno all’origine del vinoTrebulanum” decantato da Plinio il Vecchio potrebbe proprio essere il Casavecchia. Essendo poco produttivo, il Casavecchia è favorito naturalmente verso prodotti di alta qualità. Il vino Casavecchia è di grande struttura, dall’intenso colore rosso e con una notevole predisposizione all’invecchiamento, tanto che può essere davvero apprezzato e valorizzato solo in seguito ad un affinamento in rovere di 15-18 mesi e ad un successivo affinamento in bottiglia di almeno 4 o 5 anni.  Si ritiene che un vino Casavecchia ottenuto dalle uve migliori possa raggiungere senza problemi 20 anni e più di invecchiamento. La Casavecchia di Pontelatone DOC è una delle più piccole se non la più piccola d’Italia e proprio per questo naturalmente incline a produrre un vino di elevata qualità.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Casavecchia

      Il vitigno Casavecchia è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera della regione Campania, registrato ufficialmente dal 2002. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 136 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Superfice vitata nazionale136 ha
      Anno di registrazione2002

      Casavecchia - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Casavecchia sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Casavecchia ha Foglia media, grande, Orbicolare, Pentagonale, Pentalobata, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Casavecchia ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico. Ali nel grapppolo: 0 o 1 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Casavecchia ha acini piccoli, di forma Sferoidale, con buccia Buccia puntinata, Buccia pruinosa e di colore blu-nera.

      Casavecchia - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Casavecchia sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Casavecchia è di colore Rosso rubino con riflessi violacei. Al palato è intenso, Fruttato.

      Casavecchia - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Casavecchia le caratteristiche principali sono:
      VigoriaVigoria elevata
      ProduttivitàProduttività scarsa
      Tipo allevamentoAlberello, Spalliera

      Casavecchia - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Casavecchia risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione