Le ricette di Quattrocalici
Pandoro di Verona

Ingredienti

450 grammi farina 00, 3 uova, 1 tuorli d’uovo, 140 grammi zucchero, 170 grammi burro, 100 ml latte, 1 bacca di vaniglia, 1 pizzico sale, 20 grammi lievito di birra

Preparazione

La preparazione del Pandoro è lunga e piuttosto laboriosa, per cui è necessario iniziare il pomeriggio precedente alla cottura. Iniziate sciogliendo circa 5 grammi di lievito di birra in una bacinella in cui avrete versato il latte tiepido, tenendoneda parte circa tre cucchiai. Unitevi poi il tuorlo e un cucchiaio di zucchero, mescolate bene ed unite 50 grammi di farina setacciata. Avrete così ottenuto il “lievitino”, che servirà in seguito per far partire la lievitazione dell'impasto principale. Copritelo con pellicola e lasciatelo al caldo (30°) per un’ora circa o almeno fino a che la pasta non sarà raddoppiata di volume.
Passata l'ora sciogliete il restante lievito nei tre cucchiai di latte ed unirlo al lievitino, aggiungete anche un uovo e 100 grammi di zucchero. Mescolate bene, unite altri 2 etti di farina ed impastate bene con le mani o con l’impastatrice. Una volta ottenuta una palla omogenea, incorporatevi 30 grammi di burro non freddo e la restante farina ed proseguite ad impastare. Coprire nuovamente e lasciar riposare per un’ora a circa 30°, fino al raddoppio del volume. Unite alla pasta le uova rimanenti, un pizzico di sale ed i semi della bacca di vaniglia. Impastate con cura e rimettere l'impasto nella bacinella ed aspettare nuovamente il raddoppio (un paio di ore). L’impasto va poi lasciato in frigorifero per tutta la notte (10 ore circa).
L'impasto finale va poi steso con il mattarello fino a formare un quadrato. Al centro disponete 140 grammi di burro morbido. Prendete gli spigoli del quadrato e ripiegarli verso il centro in modo da ottenere un altro quadrato.Schiacciate ancora con il mattarello fino a formare un rettangolo, prestando attenzione a non far uscire il burro. Piegate il rettangolo su se stesso in tre parti, per il lato lungo, mettetelo in una pellicola o sacchetto per alimenti e lasciatelo in frigorifero per 20 minuti.Ripetete quest'ultima operazione per tre volte: stendere il rettangolo, piegarlo in tre e metterlo in frigorifero per 20 minuti.
Finalmente potete creare ora una palla ripiegando gli estremi verso il centro e facendola ruotare delicatamente. La palla va messa nell’apposito stampo imburrato (alto circa 20 cm), si copre e si attende che con la lievitazione fuoriesca dal bordo superiore.
Infornare a 170° per 15 minuti e quindi a 160° per altri 50 minuti, mettendo nel fondo del forno una pirofila con dell'acqua. Una volta cotto ed intiepidito, servitelo coperto di zucchero a velo.

Altri Vini consigliati

Tipologia vinoColore vinoTipo vino
Val d’Arbia DOC Vin Santo riservabiancopassito
Terre Tollesi o Tullum DOC passito biancobiancopassito
Siracusa DOC passitobiancopassito
Vin Santo di Carmignano DOCbiancopassito
Orcia DOC Vinsanto o Vin Santobiancopassito
Golfo del Tigullio-Portofino o Portofino DOC Costa dei Fieschi moscato passitobiancopassito
Vin Santo del Chianti DOC Rufina riservabiancopassito
Verdicchio di Matelica DOC passitobiancopassito
Vin Santo del Chianti DOC Colline Pisane riservabiancopassito
Malvasia delle Lipari DOC passitobiancopassito
Vin Santo di Montepulciano DOC riservabiancopassito
Valle d’Aosta o Vallée d’Aoste DOC Nus Malvoisie passito o flétribiancopassito
Vin Santo del Chianti DOC Montespertolibiancopassito
Alto Adige o dell’Alto Adige Riesling passito DOCbiancopassito
San Torpè DOC Vin Santobiancopassito
Riviera Ligure di Ponente DOC Vermentino passitobiancopassito
Val d’Arbia DOC Vin Santobiancopassito
Alto Adige o dell’Alto Adige Müller Thurgau passito Valle Isarco DOCbiancopassito
Campi Flegrei DOC Falanghina passitobiancopassito
Terre di Cosenza DOC Malvasia bianca passitobiancopassito
Colli di Conegliano Torchiato di Fregona DOCGbiancopassito
Terre di Cosenza DOC bianco passitobiancopassito
Maremma Toscana DOC Sauvignon passitobiancopassito
Orvieto DOC classico muffa nobilebiancopassito
Colli Piacentini DOC Malvasia passitobiancopassito
Recioto di Soave spumante DOCGbiancospumante
Arcole Bianco Passito DOCbiancopassito
Vin Santo del Chianti DOC Colline Pisanebiancopassito
Trento riserva DOCbiancospumante
Sannio DOC Guardia Sanframondi o Guardiolo Coda di Volpe passitobiancopassito
Spoleto DOC Trebbiano spoletino passitobiancopassito
Castel San Lorenzo DOC Moscato passitobiancopassito
Valle d’Aosta o Vallée d’Aoste DOC Chambave Moscato passito o Muscat flétribiancopassito
Alto Adige o dell’Alto Adige Terlano o Terlaner passito DOCbiancopassito
Colli Etruschi Viterbesi o Tuscia DOC Moscatello passitobiancopassito
Pantelleria DOC passito liquorosobiancospumante
Sannio DOC Greco passitobiancopassito
Vin Santo del Chianti DOC Rufinabiancopassito
Colli Orientali del Friuli Picolit Cialla DOCGbiancopassito
Terre di Cosenza DOC Condoleo bianco passitobiancopassito
Maremma Toscana DOC Chardonnay passitobiancopassito
Trentino Vino santo DOCbiancopassito
Sannio DOC Guardia Sanframondi o Guardiolo Fiano passitobiancopassito
Alto Adige o dell’Alto Adige Müller Thurgau passito Val Venosta DOCbiancopassito
Alto Adige o dell’Alto Adige bianco passito DOCbiancopassito
Sannio DOC Solopaca classico Moscato passitobiancopassito
Sannio DOC Sant’Agata dei Goti Coda di Volpe passitobiancopassito
Cinque Terre DOC Sciacchetrà riservabiancopassito
Alto Adige o dell’Alto Adige Pinot grigio passito Valle Isarco DOCbiancopassito
Sannio DOC Guardia Sanframondi o Guardiolo Moscato passitobiancopassito

Argomenti correlati