La guida ai vitigni di Quattrocalici

Spergola

Il vitigno Spergola e i suoi vini

spergola vitigno

Il vitigno Spergola deve il suo nome al fatto che i grappoli principali sono sempre accompagnati da un grappolo più piccolo, simile ad un’ala. La Spergola è presente in Emilia-Romagna fin dal XV secolo, anche se negli anni più recenti è stato progressivamente abbandonato o in alcuni casi confuso col Sauvignon. Analisi sul DNA hanno dimostrato definitivamente la sua diversità genetica, consentendone la registrazione e l’inserimento nella DOC Colli di Scandiano e Canossa. La Spergola è dunque un vitigno che sembrava condannato all’estinzione, ma che è stato miracolosamente salvato riproducendolo a partire da alcuni ceppi a piede franco, risalenti all’epoca prefilosserica, innestandoli su piede americano. Dalla Spergola si ottiene un vino dal colore giallo paglierino scarico, un delicato aroma floreale con sentori di mela e un gusto fragrante e una buona acidità.

Con una leggera surmaturazione delle uve, la Spergola viene arricchita da profumi più complessi ed eleganti, manifestando buona struttura ed equilibrio oltre ad una buona persistenza aromatica. Le sue vinificazioni spaziano dal frizzante allo spumante o passito, sempre mantenendo struttura e freschezza. Gli abbinamenti della Spergola vanno dagli antipasti, primi piatti a base di pesce, pasta ripiena, secondi piatti leggeri e salumi, o ancora con il Parmigiano Reggiano nel caso della versione secca, mentre la versione dolce è adatta invece a torte da forno, biscotti, zuppa inglese.

spergola vitigno

Il vitigno Spergola deve il suo nome al fatto che i grappoli principali sono sempre accompagnati da un grappolo più piccolo, simile ad un’ala. La Spergola è presente in Emilia-Romagna fin dal XV secolo, anche se negli anni più recenti è stato progressivamente abbandonato o in alcuni casi confuso col Sauvignon. Analisi sul DNA hanno dimostrato definitivamente la sua diversità genetica, consentendone la registrazione e l’inserimento nella DOC Colli di Scandiano e Canossa. La Spergola è dunque un vitigno che sembrava condannato all’estinzione, ma che è stato miracolosamente salvato riproducendolo a partire da alcuni ceppi a piede franco, risalenti all’epoca prefilosserica, innestandoli su piede americano. Dalla Spergola si ottiene un vino dal colore giallo paglierino scarico, un delicato aroma floreale con sentori di mela e un gusto fragrante e una buona acidità.

Con una leggera surmaturazione delle uve, la Spergola viene arricchita da profumi più complessi ed eleganti, manifestando buona struttura ed equilibrio oltre ad una buona persistenza aromatica. Le sue vinificazioni spaziano dal frizzante allo spumante o passito, sempre mantenendo struttura e freschezza. Gli abbinamenti della Spergola vanno dagli antipasti, primi piatti a base di pesce, pasta ripiena, secondi piatti leggeri e salumi, o ancora con il Parmigiano Reggiano nel caso della versione secca, mentre la versione dolce è adatta invece a torte da forno, biscotti, zuppa inglese.

vitigno spergola
Spergola

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Spergola è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Emilia-Romagna e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 2002. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 110 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliEmilia-Romagna
Superfice vitata nazionale110 ha
Anno di registrazione2002
Autorizzato regioniEmilia-Romagna
Spergola

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Spergola sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Spergola ha Foglia media, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Spergola ha Grappolo compatto, , Grappolo medio, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: .

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Spergola ha acini , , di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa e di colore Buccia verde-gialla.

Spergola

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Spergola sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Spergola è di colore . Al palato è fresco, Floreale, Fruttato, persistente.

Spergola

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Spergola le caratteristiche principali sono:
Spergola

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Spergola risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
DenominazioneTipo denominazioneRegione
Colli di Scandiano e di Canossa DOCDOCEmilia-Romagna

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.