La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Incrocio Bruni 54 e i suoi vini

    Il vitigno Incrocio Bruni 54 è stato creato nel 1936 dall’ampelografo marchigiano di fama internazionale prof. Bruni che lavorò per il Ministero dell’Agricoltura nel periodo 1930-1950, incrociando le varietà Sauvignon e Verdicchio. Riscoperto una ventina di anni fa, dopo aver rischiato l’oblio, l’Incrocio Bruni 54 ha conosciuto comunque scarsa diffusione ed è coltivato da pochi produttori sparsi un po’ in tutte le Marche, soprattutto tra Ancona e Macerata, senza però mai riuscire a oltrepassare i confini regionali. Il Bruni, nelle sue sperimentazioni, cercava di apportare migliorie naturali ai vitigni già esistenti, rendendoli più resistenti e più performanti in termini di armonia organolettica. Il precursore Sauvignon dona al vino finezza, con una particolare nota aromatica, floreale ed a volte di frutta acerba e salvia, mentre la struttura viene dal Verdicchio.

    incrocio bruni 54 vitigno

    Il vino del vitigno Incrocio Bruni 54 mantiene la spalla acida del Verdicchio ed in alcuni casi la sua notevole struttura, enfatizzando in più la componente aromatica, fondendo armonicamente le caratteristiche proprie di ambo i vitigni di partenza. Le qualità del vino da Incrocio Bruni 54 dipendono, ancor più di altri, dal singolo terroir, passando da interpretazioni più fresche e minerali ad altre più morbide e rotonde, da vini più pronti ad altri più longevi, come accade anche per il Verdicchio.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Incrocio Bruni 54

      Il vitigno Incrocio Bruni 54 è uno dei  Vitigni ibridi e incroci a Bacca bianca della regione Marche, registrato ufficialmente dal 1971. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 12 ha.
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni ibridi e incroci
      Superfice vitata nazionale12 ha
      PrecursoriSauvignon, Verdicchio
      Anno di registrazione1971
      Autorizzato regioniMarche, Toscana, Umbria

      Incrocio Bruni 54 - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Incrocio Bruni 54 sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Incrocio Bruni 54 ha Foglia media, Orbicolare, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Incrocio Bruni 54 ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Incrocio Bruni 54 ha acini dimensione media, di forma Obovoidale e di colore verde-gialla.

      Incrocio Bruni 54 - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Incrocio Bruni 54 sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Incrocio Bruni 54 è di colore Giallo paglierino, chiaro. Al palato è Aromatico, di corpo.

      Incrocio Bruni 54 - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Incrocio Bruni 54 le caratteristiche principali sono:

      Incrocio Bruni 54 - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Incrocio Bruni 54 risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
      DenominazioneTipo denominazioneRegione
      Colli Maceratesi DOCDOCMarche
      Marche IGTIGTMarche

      Argomenti correlati