La guida ai vitigni di Quattrocalici

Brachetto

Il vitigno Brachetto e i suoi vini

brachetto vitigno

Il vitigno Brachetto è coltivato nella zona di Acqui Terme, in Piemonte, sin dall’antichità. Dopo l’avvento della fillossera ed il calo di interesse per i vini frizzanti dolci, l’interesse per questo vitigno è calato, per ridestarsi poi negli ultimi decenni, culminando nel 1996 col riconoscimento della DOCG. Dal punto di vista ampelografico, l’identificazione del Brachetto non è stata facile: infatti in Piemonte esistono molte varietà che accomunano le caratteristiche del colore della bacca (nera) e l’aromaticità, ed altre simili ma non aromatiche. Il “Moscato nero” del Roero, detto “Brachettone” ed il “Brachèt” non aromatico del Canavese sono due esempi di specie locali non autorizzate ed in quanto tali non rappresentano sinonimi del Brachetto.

Quando si parla di Brachetto la denominazione più importante è la Brachetto d’Acqui DOCG. Il Brachetto dà vini poco strutturati e poco tannici, con una sensazione pseudo calorica appena accennata. Il vitigno Brachetto è molto aromatico. Il suo vino è di colore rosso rubino vivace e fresco, conosciuto ed apprezzato per la sua aromaticità con sentori di rosa e fragole. Lamponi rossi e neri, fragoline di bosco e petali di rosa sono i termini più frequentemente usati per descrivere il suo profondo profumo. Il vino da Brachetto va consumato nella sua giovinezza ed è tipicamente servito leggermente freddo, spesso con frutta fresca. E’ molto noto per la sua attitudine alla spumantizzazione con metodo Charmat.

brachetto vitigno

Il vitigno Brachetto è coltivato nella zona di Acqui Terme, in Piemonte, sin dall’antichità. Dopo l’avvento della fillossera ed il calo di interesse per i vini frizzanti dolci, l’interesse per questo vitigno è calato, per ridestarsi poi negli ultimi decenni, culminando nel 1996 col riconoscimento della DOCG. Dal punto di vista ampelografico, l’identificazione del Brachetto non è stata facile: infatti in Piemonte esistono molte varietà che accomunano le caratteristiche del colore della bacca (nera) e l’aromaticità, ed altre simili ma non aromatiche. Il “Moscato nero” del Roero, detto “Brachettone” ed il “Brachèt” non aromatico del Canavese sono due esempi di specie locali non autorizzate ed in quanto tali non rappresentano sinonimi del Brachetto.

Quando si parla di Brachetto la denominazione più importante è la Brachetto d’Acqui DOCG. Il Brachetto dà vini poco strutturati e poco tannici, con una sensazione pseudo calorica appena accennata. Il vitigno Brachetto è molto aromatico. Il suo vino è di colore rosso rubino vivace e fresco, conosciuto ed apprezzato per la sua aromaticità con sentori di rosa e fragole. Lamponi rossi e neri, fragoline di bosco e petali di rosa sono i termini più frequentemente usati per descrivere il suo profondo profumo. Il vino da Brachetto va consumato nella sua giovinezza ed è tipicamente servito leggermente freddo, spesso con frutta fresca. E’ molto noto per la sua attitudine alla spumantizzazione con metodo Charmat.

vitigno brachetto
Brachetto

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Brachetto è uno dei  Vitigni aromatici, Vitigni autoctoni a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Piemonte e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 1460 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni aromatici, Vitigni autoctoni
Regioni Italiane principaliPiemonte
Superfice vitata nazionale1460 ha
Anno di registrazione1970
Raccomandato regioniPiemonte
Brachetto

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Brachetto sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Brachetto ha Foglia media, Foglia orbicolare, Foglia intera, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Brachetto ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Brachetto ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini elissoidali, con buccia Buccia pruinosa e di colore Buccia blu-nera.

Brachetto

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Brachetto sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Brachetto è di colore Rosso rubino. Al palato è Fresco, Fruttato.

Brachetto

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Brachetto le caratteristiche principali sono:
Brachetto

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Brachetto risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.