Greco Nero - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno greco nero

Il vitigno Greco Nero

Il vitigno Greco Nero fa parte della numerosa famiglia dei vitigni cosidetti "Greci", la cui origine e diffusione, per quanto incerta, è ad essi comune in quanto tutti sembranno derivare dai vitigni importati dai coloni ellenici, fondatori della Magna Grecia. Il Greco nero è coltivato prevalentemente in Calabria, nelle provincie di Catanzaro e Crotone, dove è conosciuto come Grecu Niuru o e Maglioccone (nella zona di Bivongi). Era erroneamente ritenuto sinonimo di Marcigliana o Marsigliana coltivato nella provincia di Catanzaro, ed è stato confuso anche con l'Aleatico e il Verdicchio nero.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Osservazione regioni Anno ins. Gruppi
Greco nero N. 99 Greco*, Maglioccone, Grecu nieddu Bari , Foggia, Napoli Calabria, Lazio, Sardegna Basilicata 1970 Autoctoni, Greci

Caratteristiche del vitigno Greco Nero

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Greco Nero ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, orbicolare o cuneiforme, trilobata o intera.
  • Grappolo: medio o grande, di forma conica, corto, raramente con un'ala corta, mediamente compatto.
  • Acino: medio o piccolo, obovoide Buccia: pruinosa, sottile ma consistente, di colore nero (il riflesso bluastro nella foto è dovuto alla presenza della pruina).

Coltura ed allevamento:

Le forme di allevamento più idonee al vitigno Greco Nero sono quelle a piccola espansione, come l'alberello, con potatura corta o addirittura cortissima.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Greco Nero ha produzione media e costante, predilige terreni poco fertili e ambienti caldi.

Caratteristiche vino:

Dal vitigno Greco Nero si ottiene un vino rosso rubino scarico, odore vinoso, armonico. Utilizzato in uvaggi.