Biancame - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno biancame

Il vitigno Biancame

Il vitigno Biancame è presente soprattutto nelle Marche ed è noto anche come Bianchello o Greco Bianco. Il Biancame deve il suo nome al colore piuttosto scarico delle sue uve. Le origini del Biancame risalgono a qualche secolo avanti Cristo, ma la diffusione del vitigno iniziò dal 500 a.C. Addirittura Tacito suppone che i vini prodotti con il Bianchello (Biancame) siano stati la causa principale della sconfitta di Ausdrubale inferta dai romani nella famosa guerra del Metauro, con i guerrieri Cartaginesi in stato di ubriachezza. L'inizio della sua valorizzazione del Biancame risale al 1969, quando  ha dato origine alla denominazione Bianchello del Metauro DOC. Il vitigno Biancame dà vini freschi e fruttati ed è spesso vinificato in uvaggio con altri vitigni regionali. La sua zona di produzione si trova sulla costa orientale dell'Italia settentrionale, tra Emilia-Romagna e Marche, lungo il litorale e le zone collinari ad esso adiacenti.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Biancame B. 25 Bianchello Abruzzo, Emilia-Romagna, Marche, Umbria 1990 Locali

Caratteristiche del vitigno Biancame

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Biancame ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: pentagonale, di medio-grande dimensione, quinquelobata.
  • Grappolo: grande, di forma cilindro-conica, spesso alata e semi serrata.
  • Acino: di media grandezza, rotondo Buccia: sottile non molto consistente, di colore giallastro spesso cosparsa di punteggiature e macchie marrone, scarsamente pruinosa.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Biancame non è particolarmente esigente rispetto al sistema di allevamento e alla potatura. Ha un'ottima resistenza ai freddi primaverili e agli attacchi della peronospora e dell'oidio.

Caratteristiche produzione:

Abbondante e costante.

Caratteristiche vino:

Dal vitigno "Biancame" si ottiene un vino di colore giallo paglierino dal profumo delicato di mela e di pesca, con sentori di spezie; al gusto evidenzia una leggera acidità con fresca persistenza aromatica speziata con un piacevole retrogusto amarognolo.

Denominazioni in cui il vitigno è presente