La guida ai vitigni di Quattrocalici

Assyrtiko

Il vitigno Assyrtiko e i suoi vini

assyrtiko vitigno

L’Assyrtiko è un vitigno greco a bacca bianca, originario dell’isola di Santorini. L’Assyrtiko è tuttora coltivato nell’arido suolo ricco di ceneri vulcaniche di Santorini, ma anche in altre isole dell’Egeo, come Paros. Viene coltivato in molte regioni della Grecia e lo si trova anche in Macedonia e nella penisola Calcidica. A Santorini esistono vigneti di Assyrtiko di oltre 70 anni di età, dei quali su piede franco, che hanno superato indenni il flagello della Fillossera. L’Assyrtiko è anche l’unico vitigno europeo noto per essere resistente alla peronospora e si ipotizza che la questa resistenza derivi dalla cenere vulcanica in cui crescono le viti, piuttosto che dalla genetica della vite stessa. I viticoltori di Santorini si sono adattati alle condizioni estreme dell’isola vulcanica, allevando le loro viti in “canestri”, avvolgendo attorno alle piante, fornendo loro riparo dai forti venti e aumentando le distanze tra le viti per supplire alla mancanza di acqua nel terreno.

A Santorini, l’Assyrtiko è spesso vinificato in uvaggio con i vitigni Athiri e Aidanisia in tipologie sia dolci che secche. Queste due varietà hanno un’acidità inferiore rispetto all’Assyrtiko rendendo il vino più equilibrato, sebbene di solito siano presenti in percentuali molto limitate nella miscela. Al di fuori della Grecia, le uniche coltivazioni di Assyrtiko si trovano in Australia, propagate da talee della Tenuta Argyros a Santorini con soli 3 ettari nella Lodge Hill Vineyard nella Clare Valley.

I vini dell’Assyrtiko sono prodotti in una moltitudine di tipologie, dai vini bianchi freschi, fruttati e minerali, a volte anche fatti fermentare in legno, ai vini da dessert. A volte si utilizza anche per la produzione del Retsina, in uvaggio con il vitigno Savatiano. Una caratteristica dei vini da Assyrtiko è che è che sono molto suscettibili  all’ossidazione e questo li rende adatti alla produzione di vini dolci noti come Vinsanto, con il quale hanno in comune le particolari condizioni di maturazione. Controllando il livello di ossidazione,  si possono ottenere vini con caratteristiche note olfattive di fico, caffè e cacao. L’elevata acidità dei vini da Assyrtiko fa sì che essi possano invecchiare per molti anni. Questa acidità permane anche quando le uve sono molto matue. La mineralità dell’Assyrtiko lo rende adatto all’assemblaggio con vini di altri vitigni e vi sono esempi di miscele con Sauvignon, Sémillon e con il raro vitigno Malagousia, originario della penisola Calcidica.

I grappoli dell’Assyrtiko sono grandi, la buccia degli acini è di colore giallo-oro, trasparente e la loro polpa succosa.

assyrtiko vitigno

L’Assyrtiko è un vitigno greco a bacca bianca, originario dell’isola di Santorini. L’Assyrtiko è tuttora coltivato nell’arido suolo ricco di ceneri vulcaniche di Santorini, ma anche in altre isole dell’Egeo, come Paros. Viene coltivato in molte regioni della Grecia e lo si trova anche in Macedonia e nella penisola Calcidica. A Santorini esistono vigneti di Assyrtiko di oltre 70 anni di età, dei quali su piede franco, che hanno superato indenni il flagello della Fillossera. L’Assyrtiko è anche l’unico vitigno europeo noto per essere resistente alla peronospora e si ipotizza che la questa resistenza derivi dalla cenere vulcanica in cui crescono le viti, piuttosto che dalla genetica della vite stessa. I viticoltori di Santorini si sono adattati alle condizioni estreme dell’isola vulcanica, allevando le loro viti in “canestri”, avvolgendo attorno alle piante, fornendo loro riparo dai forti venti e aumentando le distanze tra le viti per supplire alla mancanza di acqua nel terreno.

A Santorini, l’Assyrtiko è spesso vinificato in uvaggio con i vitigni Athiri e Aidanisia in tipologie sia dolci che secche. Queste due varietà hanno un’acidità inferiore rispetto all’Assyrtiko rendendo il vino più equilibrato, sebbene di solito siano presenti in percentuali molto limitate nella miscela. Al di fuori della Grecia, le uniche coltivazioni di Assyrtiko si trovano in Australia, propagate da talee della Tenuta Argyros a Santorini con soli 3 ettari nella Lodge Hill Vineyard nella Clare Valley.

I vini dell’Assyrtiko sono prodotti in una moltitudine di tipologie, dai vini bianchi freschi, fruttati e minerali, a volte anche fatti fermentare in legno, ai vini da dessert. A volte si utilizza anche per la produzione del Retsina, in uvaggio con il vitigno Savatiano. Una caratteristica dei vini da Assyrtiko è che è che sono molto suscettibili  all’ossidazione e questo li rende adatti alla produzione di vini dolci noti come Vinsanto, con il quale hanno in comune le particolari condizioni di maturazione. Controllando il livello di ossidazione,  si possono ottenere vini con caratteristiche note olfattive di fico, caffè e cacao. L’elevata acidità dei vini da Assyrtiko fa sì che essi possano invecchiare per molti anni. Questa acidità permane anche quando le uve sono molto matue. La mineralità dell’Assyrtiko lo rende adatto all’assemblaggio con vini di altri vitigni e vi sono esempi di miscele con Sauvignon, Sémillon e con il raro vitigno Malagousia, originario della penisola Calcidica.

I grappoli dell’Assyrtiko sono grandi, la buccia degli acini è di colore giallo-oro, trasparente e la loro polpa succosa.

Assyrtiko

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Assyrtiko non viene coltivato in Italia. La sua origine è in Grecia, ma viene anche coltivato in Grecia. La sua superficie coltivata in Grecia ammonta a 1300 ha, mentre a livello mondiale supera i .
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni autoctoni
Nazione o zona di origineGrecia
Coltivato inGrecia
Superfice vitata nazionale1300 ha
Assyrtiko

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Assyrtiko sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Assyrtiko ha .

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Assyrtiko ha Acini grandi.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Assyrtiko ha acini Acini medi, con buccia Buccia consistente, Buccia spessa e di colore Buccia verde-gialla.

Assyrtiko

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Assyrtiko sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Assyrtiko è di colore Giallo dorato. Al palato è Sapido, Fresco, Minerale.

Assyrtiko

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Assyrtiko le caratteristiche principali sono:
Predilige climaClima caldo
Epoca maturazioneMaturazione media
Tipo allevamentoAlberello, Tipi di allevamento tradizionali
Resistente aClima caldo, Clima secco, Peronospora

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.